Akragas-Messina, Lucarelli: “A calcio si gioca in due”

Pubblicato il 20 novembre 2016 in Primo Piano

Non troppo deluso dal terzo pari consecutivo del suo Messina, questo il Cristiano Lucarelli che si presenta nella sala stampa dell’Esseneto dopo lo 0-0 contro Lello Di Napoli. Proprio l’atteggiamento tattico del collega ha deciso l’inerzia della gara, una paura di perdere che ha coinvolto anche il Messina. “Grande fase difensiva Akragas, ai punti avremmo vinto: negli ultimi venti metri siamo stati troppo precipitosi. Devo, però, fare i complimenti ai miei ragazzi, dispiace non averla sbloccata perché un gol sarebbe stato decisivo”. Non deluso, ma il rammarico per non aver portato a casa i tre punti è tangibile: prevale forse la consapevolezza che in questo tipo di categorie spesso il gioco rimane assente. “La partita è stata avvincente, dobbiamo ricordarci che non giochiamo la Champions: a calcio si gioca in due, meglio ancora se su un manto erboso degno di questo nome”. Bocciati Capua e Akrapovic, è toccato a Grifoni giostrare come interno sinistro, una prestazione che ha soddisfatto Lucarelli. “Grifoni è stato bravo, in generale siamo andati meglio a sinistra”. Una sfida che non sorprende il tecnico del Messina, la sua esperienza non può non fargli comprendere alcune dinamiche di questo torneo. “La partita di oggi è in media con quelle dell’intera categoria. Sappiamo bene il livello del campionato, la Lega Pro non può sempre regalare spettacolo. Personalmente ho preferito questo tipo di esperienza lavorativa, la ritengo formativa e so bene di portare sul petto una scudetto pesante come quello del Messina”. Chiosa finale sull’imminente mercato invernale: “I procuratori non devono rompere i coglioni, sul mercato non voglio aggiungere altro”.

PASQUALE LEONARDO – Un commento anche dal direttore dell’area tecnica dei giallorossi, un Leonardo che non rimprovera nulla ai ragazzi e punta il dito sul terreno di gioco. “Partita difficile per via del campo, abbiamo provato tutto per vincere non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Sul mercato stiamo monitorando, sappiamo dove agire per rinforzare. La Coppa Italia conta perché non possiamo snobbare competizioni del genere, un tour de force che speriamo non pesi sulle gambe dei ragazzi”.

Come analizzi il pareggio del Messina ad Agrigento?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi