Auteri riscrive la storia, Benevento in Serie B. Per il Catania playout sempre più vicini

di

Pubblicato il 30 Aprile 2016 in Punto D

Trentatreesimo turno del Girone C della Lega Pro che regala al Benevento la storica promozione in Serie B. Gaetano Auteri è il condottiero della cavalcata verso la serie cadetta di un gruppo che ha meritato sul campo il salto di categoria mettendosi dietro compagini di primo piano come Foggia e Lecce. Proprio i salentini non sono riusciti a fermare la marcia dei sanniti, un rotondo 3-0 al Vigorito è stato la ciliegina sulla torta promozione. Secondo posto per il Foggia adesso, allo Zaccheria non c’è scampo per il Martina. Corsa playoff ancora aperta, la Casertana impatta a Messina ed avrà bisogno di un ulteriore punto per aver la meglio sul Cosenza. In coda il Catania non passa sul campo della Paganese, i playout sono vicinissimi. Decisivo l’ultimo turno il prossimo 7 maggio.

RISULTATI E MARCATORI

BENEVENTO 3 LECCE 0: 18′ Mazzeo, 25′ Cissè, 50′ Mazzeo – È il giorno della storia a Benevento, la squadra di Auteri schianta il Lecce e conquista la tanto agognata Serie B. Mazzeo sugli scudi con una doppietta da bomber vero, ma è Ciciretti la stella dei sanniti. Le sue giocate impreziosiscono una gara dominata, anche grazie al bel contropiede di Cissè. Il finale è una festa continua, al triplice fischio arriva la meritata euforia.

Cosenza-Calcio

FIDELIS ANDRIA 3 COSENZA 3: 15′ Onescu, 45′ La Mantia (C), 46′ Statella (C), 56′ La Mantia (C), 80′ Capellini, 93′ Cianci – Poco spettacolo nella prima frazione del Degli Ulivi dove i padroni di casa passano in vantaggio con Onescu, bravo a sorprendere Perina con un bel colpo di testa. Cosenza passivo che si sveglia nel finale, Statella serve La Mantia che in girata impatta. Il secondo tempo è uno spettacolo incredibile: il Cosenza allunga immediatamente con Statella e ancora La Mantia, la Fidelis sembra crollare ma nel finale succede di tutto. Prima Capellini accorcia, poi in pieno recupero Cianci trova un rasoterra che rischia di spezzare i sogni dei calabresi.

iemmello foggia

FOGGIA 4 MARTINA FRANCA 0: 22′ Iemmello, 26′ Sainz-Maza, 64′ Vacca, 71′ Iemmello – Un break durato quattro minuti basta alla squadra di De Zerbi per finire il primo tempo in avanti. Iemmello ruba palla, salta Marchetti e piazza la palla del vantaggio. Pochi minuti e Sainz-Maza approfitta di una dormita difensiva e raddoppia. Nella ripresa il Foggia continua sul trend del primo tempo, Vacca triplica e Iemmello arrotonda trovando il suo ventiduesimo gol stagionale.

ISCHIA 0 CATANZARO 1: 16′ Agodirin – Primo tempo di marca calabrese, con Agodirin mattatore che trova la rete del vantaggio in mischia. Sempre lui aveva fatto tremare la traversa con un gran sinistro dalla distanza. L’Ischia ci prova in tutti i modi ma la mira difetta ed il Catanzaro si chiude. Espulso Patti per un brutto fallo su Armeno, Catanzaro ancora più serrato e vittoria strappata con grande volontà.

Matera-Catania

LUPA CASTELLI ROMANI 2 MATERA 2: 22′ Maiorano, 45′ Mastropietro, 66′ rig. Infantino (M), 84′ Pagliarini (M) – Un Matera sfortunato chiude con un doppio svantaggio un primo tempo nel quale solo la traversa salva la Lupa Castelli. Ci pensano Maiorano e Mastropietro a rendere ancora più amara la frazione dei lucani. La Lupa crolla nella ripresa, il Matera accorcia ancora con Infantino su rigore, i laziali vorrebbero chiudere in bellezza la stagione interna ma Pagliarini trova un bel diagonale ed è parità nel finale.

MELFI 2 AKRAGAS 2: 22′ Canotto, 45′ Maimone, 65′ Marino (A), 70′ Di Piazza (A) – Doppia deviazione e palla in rete, fortunato Canotto per il vantaggio lucano poco dopo il ventesimo. L’Akragas gioca una buona gara e viene fermato solo dalla traversa su una bella conclusione di Madonia. Nel recupero un contropiede di Maimone regala il raddoppio al Melfi. Nella ripresa la squadra di Rigoli spinge forte, un pareggio basterebbe per la salvezza aritmetica. Marino accorcia e pochi minuti dopo Di Piazza impatta. Il resto è gestione, Akragas in Lega Pro anche il prossimo anno.

MESSINA 1 CASERTANA 1: 4′ Mancosu (C), 68′ Mileto – (Messina, applausi per tutti: Mileto raggiunge la Casertana)

D'Adderio Monopoli

MONOPOLI 4 JUVE STABIA 0: 19′ Pinto, 34′ Di Mariano, 61′ Esposito, 64′ Viola – Una punizione di Pinto apre i giochi avvicinando sempre più la salvezza per i pugliesi. Raddoppio dopo la mezz’ora, Viola mette in mezzo un angolo che viene respinto dalla difesa, irrompe Di Mariano che raddoppia. Nella ripresa i pugliesi chiudono la gara con un bel colpo di testa di Esposito e con Viola, bravo a ribadire in rete una conclusione di Gambino.

PAGANESE 0 CATANIA 0 – Spreca troppo il Catania in una gara dalle pochissime emozioni. Nel primo tempo Plasmati coglie un palo praticamente a porta vuota, nella ripresa è Calil a bucare una grande occasione. Catania sempre più nei guai, playout quasi ufficiali, battere l’Andria sabato e sperare.

CLASSIFICA

BENEVENTO 69 (-1)

FOGGIA 62

LECCE 60

Casertana 60

Cosenza 57

Matera 52 (-2)

Fidelis Andria 45

Messina 44

Juve Stabia 42

Paganese 42 (-1)

Akragas 39 (-5)

Catanzaro 38

Monopoli 38

Catania 36 (-10)

MELFI 30

MARTINA FRANCA 22 (-1)

ISCHIA 21 (-4)

LUPA CASTELLI ROMANI 12 (-1)

ULTIMO TURNO (sabato 7 maggio ore 16)

Akragas-Benevento

Casertana-Paganese

Catania-Fidelis Andria

Catanzaro-Melfi

Cosenza-Ischia

Juve Stabia-Foggia

Lecce-Lupa Castelli Romani

Martina Franca-Messina

Matera-Monopoli

CLASSIFICA MARCATORI

Iemmello (Foggia) 22

Caccavallo (Paganese) 14

Di Piazza (Akragas) 14

De Angelis (Casertana) 13

Baclet (Martina Franca) 12

Infantino (Matera) 12

Calil (Catania) 11

Croce (Monopoli) 11

Nicastro (Juve Stabia) 10

Sarno (Foggia) 10

Tavares (Messina) 10

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi