Benevento, insidia Catanzaro. Lecce e Foggia non possono sbagliare

di

Pubblicato il 4 marzo 2016 in Punto C

Venticinquesimo turno del Girone C della Lega Pro che si snoda tra sabato e lunedì col posticipo che chiude la giornata la grande sfida tra Matera e Cosenza. Impegni non impossibili per Foggia, impegnato ad Andria, Lecce e Casertana che ospitano rispettivamente Melfi e Ischia. La capolista Benevento gioca la gara più complicata sul campo del Catanzaro. Calabresi in flessione, contro i sanniti cercano i punti per allontanarsi dalla zona calda. Interessanti gli incroci tra Juve Stabia e Akragas, con i siciliani a caccia della settima vittoria consecutiva; e tra Paganese e Monopoli.

FIDELIS ANDRIA-FOGGIA (sabato ore 15): derby pugliese tra due squadre dagli obiettivi opposti. Padroni di casa reduci dalla pesante vittoria esterna sul campo del Messina, tre punti vitali per la corsa salvezza. Foggia in ripresa dopo il poker rifilato alla Lupa Castelli, classifica corta in testa e nessuna possibilità di sbagliare per la banda di De Zerbi, orfana per tre turni del portiere titolare Narciso. Questo il primo di un doppio turno esterno, settimana prossima impegno a Messina nella stessa giornata del big match tra Benevento e Casertana.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi; Aya, Stendardo, Cortellini; Paterni, Onescu, Bisoli, Piccinni, Tartaglia; Cianci, Grandolfo All. D’Angelo

FOGGIA (4-3-3): Micale; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli, Vacca, Gerbo; Chiricò, Iemmello, Sarno All. De Zerbi

LUPA CASTELLI-MESSINA (sabato ore 15): approfondimento nel pezzo di tattica in uscita sul nostro sito nelle prossime ore. Padroni di casa senza il portiere Caio Secco, squalificato. Nel Messina nessuna assenza di rilievo con mister Di Napoli libero di scegliere gli uomini migliori per questa gara.

Casertana

CASERTANA-ISCHIA (sabato ore 20.30): sabato sera impegnativo per l’Ischia di Nello Di Costanzo che si presenta al Pinto di Caserta col morale sotto i tacchi dopo la batosta interna subita dal Lecce. Classifica che piange con l’ombra playout sempre più vicina. Casertana rigenerata dalla vittoria di Catania e dai risultati provenienti dagli altri campi, incroci che hanno riportato la squadra di Romaniello in lotta per la promozione diretta. Nella Casertana fuori per squalifica Finizio e Bonifazi, rientra Rainone; Di Costanzo senza Cavani.

CASERTANA (3-5-2): Gragnaniello; Rainone, Idda, Murolo; Mangiacasale, Matute, Agyei, Mancosu, Pezzella; Alfageme, De Angelis All. Romaniello

ISCHIA (4-4-2): Iuliano; Bruno, Filosa, Moracci, Sirigu; Florio, Di Vicino, Blasi, Porcino; Kanoute, Gomes All. Di Costanzo

Moriero, Catania

MARTINA FRANCA-CATANIA (domenica ore 14): esordio in Puglia per il nuovo tecnico degli etnei Francesco Moriero. Proprio in quella Martina rifiutata dall’ex tecnico di Catanzaro e Grosseto qualche mese fa. Pugliesi in ripresa dopo l’arrivo di Franceschini e reduci dal 3-0 rifilato al Catanzaro. Catania in piena crisi e poco abituato a lottare per non finire ai playout. Moriero cerca carattere prima di tutto, compito non facile il suo.

MARTINA FRANCA (4-4-2): Viotti; D’Alterio, Marchetti, D’Orsi, Basso; Antonazzo, Dianda, Rajcic, Schetter; Diakite, Baclet All. Franceschini

CATANIA (4-2-3-1): Liverani; Garufo, Pelagatti, Bergamelli, Nunzella; Agazzi, Di Cecco; Falcone, Russotto, Calderini; Calil All. Moriero

Akragas-Cosenza

JUVE STABIA-AKRAGAS (domenica ore 15): chi fermerà Pino Rigoli? Da quando siede sulla panchina siciliana solo vittorie per lui, sei di fila con nessuna voglia di interrompere la cavalcata. Ci proverà la Juve Stabia di Zavettieri alla disperata ricerca di punti tranquillità. Campani reduci dalla sfortunata sconfitta di Cosenza, zona playout distante ormai solo due punti.

JUVE STABIA (4-4-2): Polito; Cancellotti, Polak, Carillo, Contessa; Lisi, Obodo, Izzillo, Nicastro; Diop, Del Sante All. Zavettieri

AKRAGAS (4-3-3): Vono; Salandria, Muscat, Marino, Grea; Dyulgerov, Vicente, Zibert; Di Grazia, Di Piazza, Madonia All. Rigoli

PAGANESE-MONOPOLI (domenica ore 15): padroni di casa fermati per la prima volta nel 2016 dall’incredibile Akragas che tornano al Torre per ospitare il redivivo Monopoli, capace di imporsi per 1-4 sul campo del Melfi. Grassadonia recupera Carcione in mezzo al campo, vero punto di forza degli azzurrostellati.

PAGANESE (4-3-3): Marruocco; Dozy; Sirignano, Bocchetti, Esposito; Guerri, Carcione, Deli; Caccavallo, Cicerelli, Cunzi All. Grassadonia

MONOPOLI (3-5-2): Pisseri; Esposito, Bacchetti, Mercadante; Luciani, Viola, Djuric, Romano, Pinto; Croce, Gambino All. Tangorra

Fidelis Andria-Benevento

CATANZARO-BENEVENTO (domenica ore 17.30): impegno complicato per la capolista sul campo di un Catanzaro in crisi di risultati, e reduce da una pessima prestazione a Martina Franca. Sanniti senza Mattera in difesa, mentre Erra recupera Bernardi in difesa.

CATANZARO (4-4-2): Grandi; Bernardi, Ricci, Orchi, Patti; Mancuso, Agnello, Maita, Squillace; Firenze, Razzitti All. Erra

BENEVENTO (3-4-3): Gori; Pezzi, Lucioni, Mazzarani; Melara, De Falco, Del Pinto, Lopez; Ciciretti, Marotta, Mazzeo All. Auteri

Surraco Lecce

LECCE-MELFI (domenica ore 17.30): impegno semplice sulla carta per la squadra di Braglia (squalificato per 3 turni) contro un Melfi rassegnato alla zona playout e reduce da una bruttissima sconfitta interna contro il Monopoli. Rientra Perucchini tra i pali dei salentini, mentre Ugolotti ritrova Herrera dopo lo stop del Giudice Sportivo.

LECCE (3-4-1-2): Perucchini; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Papini, Salvi, Legittimo; Surraco; Moscardelli, Curiale All. Braglia

MELFI (4-3-3): Santurro; Annoni, Cason, Colella, Giron; Maimone, Giacomarro, Herrera; Longo, Masini, Soumare All. Ugolotti

Cosenza-Messina Berardi

MATERA-COSENZA (lunedì ore 20): la squadra di Padalino sempre più giudice del campionato, dopo aver bloccato sul pari sia il Foggia che il Benevento non vorrà smentirsi contro un’altra pretendente alla vittoria finale, il Cosenza di Roselli. Calabresi in piena corsa e che giocheranno conoscendo i risultati di tutte le rivali. Rossoblù senza Fiordilino squalificato.

MATERA (4-4-2): Bifulco; Di Lorenzo, Ingrosso, Piccinni, Tomi; Rolando, De Rose, Iannini, Carretta; Infantino, Albadoro All. Padalino

COSENZA (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, Pinna; Criaco, Arrigoni, Caccetta, Statella; Arrighini, La Mantia All. Roselli

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi