Benevento, panchina vincente. Lecce e Cosenza pareggi amari

di

Pubblicato il 17 aprile 2016 in Punto C

Trentunesimo turno del Girone C della Lega Pro che vede la capolista Benevento non perdere terreno sulle inseguitrici grazie al successo, nel finale, su un buon Catania. Si ferma in Sicilia il Lecce di Braglia che impatta a Messina, salvezza aritmetica per la squadra di Raffaele Di Napoli. Stop anche per il Cosenza che non passa a Melfi, mentre la Casertana espugna il campo del Monopoli. Domani il Foggia ospita l’Akragas. In coda playout aritmetici per Ischia e Martina Franca, pugliesi sconfitti dalla Lupa Castelli Romani alla seconda vittoria stagionale. Prossimo turno che si giocherà interamente nella giornata di domenica con inizio alle ore 15.

RISULTATI E MARCATORI

FIDELIS ANDRIA 0 CATANZARO 0 – Punto che fa classifica quello conquistato dai calabresi sul campo di una Fidelis senza più obiettivi. La squadra di Erra non punge quasi mai nei novanta minuti, anzi è Grandi a doversi esaltare su Grandolfo per evitare la sconfitta.

Juve Stabia

ISCHIA 0 JUVE STABIA 1: 51′ Diop – Una zampata di Diop regala una pesantissima vittoria esterna alla Juve Stabia di Nunzio Zavettieri. Punti importanti per allentare quasi definitivamente la zona playout, condannando matematicamente gli isolani agli spareggi. Gara ricca di emozioni, con Rubino e Acampora che non riescono a battere Russo. Nel secondo tempo ci prova Gomez, che trova Iuliano attento, sulla respinta arriva Diop ed è festa per le “vespe”.

LUPA CASTELLI ROMANI 2 MARTINA FRANCA 1: 48′ Gurma, 55′ Gurma, 79′ rig. Baclet (M) – Una doppietta dell’albanese Gurma regala la seconda vittoria stagionale all’ormai retrocessa Lupa Castelli. Dopo il successo sulla Paganese arriva quello sul Martina che condanna i pugliesi ai playout. Per la squadra di Franceschini grande delusione, adesso c’è da non perdere il terzultimo posto a favore dell’Ischia.

Caccavallo Paganese

PAGANESE 4 MATERA 0: 13′ Caccavallo, 28′ Caccavallo, 73′ Sirignano, 88′ rig. Cunzi – Spina staccata per la squadra di Padalino che crolla sul campo di una Paganese a tratti spettacolare. Sugli scudi Giuseppe Caccavallo autore di una splendida doppietta, due volte col sinistro e due volte sotto l’incrocio. Il Matera prova a rientrare in partita ma Marruocco si esalta, la traversa lo aiuta su Ingrosso ed ecco che arriva il tris. Lo firma Sirignano sugli sviluppi di una palla inattiva, chiude Cunzi su rigore per fallo di Piccinni su di lui.

Cosenza

MELFI 1 COSENZA 1: 45′ Giron, 60′ La Mantia (C) – Un colpo di tacco dopo un’ora di gioco di Andrea La Mantia salva un Cosenza col fiato corto. Sul campo di un Melfi ancora in corsa per la salvezza diretta i calabresi deludono e perdono terreno nella corsa per un posto nei playoff. Vantaggio allo scadere del primo tempo per i lucani, segna Giron che batte Perina con un bel diagonale. Nella ripresa il Cosenza si butta alla caccia del pari, dopo la rete di La Mantia il sorpasso non arriva.

MESSINA 1 LECCE 1: 64′ rig. Lepore (L), 72′ Tavares – (http://cornermessina.it/nessuno-sconto-messina-blocca-lecce-san-filippo-5255)

BENEVENTO 1 CATANIA 0: 81′ Campagnacci – La panchina lunga di cui gode mister Auteri si rivela decisiva nella sfida del Vigorito contro un buon Catania. Decide una riserva di lusso come Campagnacci a dieci minuti dalla fine. L’ex Reggina è bravo a realizzare dopo un’azione personale, regalando al Benevento un pezzetto di Serie B. Partita equilibrata, con i due portieri protagonisti di ottimi interventi. Ciciretti e Lopez scaldano le mani a Liverani, Russotto quelle di Gori, mentre Bergamelli e Calil non sono fortunati. Nella ripresa il Benevento sale di giri e Liverani deve superarsi ancora, alla fine la beffa firmata Campagnacci.

Romaniello Casertana

MONOPOLI 1 CASERTANA 2: 41′ De Angelis, 85′ Jefferson, 88′ rig. Croce (M) – Torna Nicola Romaniello sulla panchina dei campani e tornano anche i tre punti. Importantissima vittoria quella di Monopoli per la Casertana che, complice lo stop del Cosenza, torna in piena zona playoff. Pugliesi sconfitti e ancora invischiati in zona playout. Primo tempo che si apre con un rigore per la Casertana, Esposito sgomita su De Angelis ma Mancosu sbatte sul palo. Ci pensa De Angelis a trovare il vantaggio, Negro firma l’assist e per De Angelis è il gol numero 13 in stagione. Nella ripresa la Casertana controlla e nel finale raddoppia con Jefferson, ma le emozioni non sono finite. Rosafio viene steso in area ed è rigore, Croce accorcia ma è tardi.

FOGGIA-AKRAGAS (lunedì ore 20.30)

CLASSIFICA

Benevento 63 (-1)

Lecce 57

*Foggia 56

Casertana 56

Cosenza 53

Matera 48 (-2)

Fidelis Andria 43 (-1)

Messina 42

Paganese 41 (-1)

Juve Stabia 39

Akragas 37 (-5)

Catanzaro 35

Monopoli 32

Catania 32 (-10)

Melfi 29

MARTINA FRANCA 22 (-1)

ISCHIA 21 (-4)

LUPA CASTELLI ROMANI 11 (-1)

PROSSIMO TURNO (domenica 24 aprile ore 15)

Akragas-Messina

Casertana-Fidelis Andria

Catania-Melfi

Catanzaro-Monopoli

Cosenza-Foggia

Juve Stabia-Lupa Castelli Romani

Lecce-Paganese

Martina Franca-Benevento

Matera-Ischia

CLASSIFICA MARCATORI

Iemmello (Foggia) 20

Caccavallo (Paganese) 14

De Angelis (Casertana) 13

Baclet (Martina Franca) 12

Di Piazza (Akragas) 12

Calil (Catania) 11

Croce (Monopoli) 10

Sarno (Foggia) 10

Gambino (Monopoli) 9

Infantino (Matera) 9

Moscardelli (Lecce) 9

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi