Casertana-Cosenza, scene mai viste. Foggia travolto dal Lecce

di

Pubblicato il 21 febbraio 2016 in Punto C

Ventitreesimo turno del Girone C della Lega Pro che apre ad un nuovo duello in testa alla classifica. Dopo la lotta tra Foggia e Casertana, sono adesso Benevento e Lecce a sfidarsi in vetta. Sanniti corsari a Monopoli nella gara che chiude il weekend. Nel sabato della Lega Pro le gare più interessanti. Pareggio a Matera per i padroni di casa costretti alla rimonta da un buon Messina, mentre crolla nel derby di Lecce il Foggia di Roberto De Zerbi. Clamoroso a Caserta dove il presidente dei campani, in aperta protesta contro le decisioni arbitrali, irrompe in campo dopo il vantaggio del Cosenza per ritirare i suoi dal campo. Il match verrà portato al termine grazie ai giocatori della Casertana che riescono a calmare il proprio presidente. In basso quinta vittoria consecutiva dell’Akragas di Pino Rigoli, siciliani sempre più fuori dalla zona playout. Crolla l’Ischia a Melfi, mentre il Martina viene sommerso dalla Juve Stabia, sconfitta che costa la panchina a Marco Cari.

RISULTATI E MARCATORI

MATERA 1 MESSINA 1: 31′ Gustavo (Me), 50′ Albadoro – (http://cornermessina.it/messina-autorevole-gustavo-copertina-pari-matera-3956)

Braglia

LECCE 3 FOGGIA 1: 7′ Lepore, 78′ Curiale, 81′ Sow, 85′ Agnelli (F) – Funziona alla grande il calcio di Piero Braglia. Il Foggia non cambia le proprie abitudini e gioca a viso aperto anche al Via del Mare, i salentini sbloccano presto la sfida e speculano con intelligenza sul vantaggio. Lepore apre le marcature, Curiale mette il sigillo con una splendida girata volante. In contropiede Sow triplica, in mischia capitan Agnelli accorcia. Roberto De Zerbi non si piega e insiste nella sua visione meravigliosamente netta del calcio, Braglia è un vecchio lupo che sa come si vincono questi campionati senza padrone.

PAGANESE 2 LUPA CASTELLI ROMANI 0: 6′ Bocchetti, 80′ Caccavallo – Troppo in salute la Paganese, al settimo risultato utile consecutivo e imbattuta nel 2016, per una Lupa Castelli sempre più in caduta libera. Apre subito Bocchetti con un colpo di testa su servizio di Carcione. Raddoppio sfiorato in più occasioni, anche se la Lupa sfiora il pari per ben due volte con l’ex Gurma. Nella ripresa Deli e Cicerelli sprecano, prima che Caccavallo sfrutti un’altra palla ferma di Carcione per battere Caio Secco per la seconda volta.

CASERTANA 0 COSENZA 1: 87′ Arrigoni – Il finale col botto che non ti aspetti. Succede pochissimo fin quando Rainone non si fa espellere per doppio giallo lasciando la Casertana in dieci. Il Cosenza a quel punto ci crede, Arrigoni trascina i suoi con un bel destro dal limite che batte Gragnaniello. Ed ecco il colpo di teatro: il presidente della Casertana, Lombardi, entra in campo per ritirare la squadra in protesta contro le decisioni arbitrali. Ci pensa l’attaccante De Angelis a calmare il proprio presidente. La gara si conclude con la pesantissima vittoria dei cosentini, nel recupero Casertana in nove per il rosso diretto a Finizio.

Juve Stabia

JUVE STABIA 6 MARTINA FRANCA 0: 23′ Del Sante, 29′ Izzillo, 33′ aut. Gabrieli, 36′ Diop, 58′ 91′ Lisi – Costa la panchina a Marco Cari la disfatta di Castellammare. Furioso il presidente pugliese Tillia per la prestazione definita “oscena” dei suoi. La Juve Stabia passa con facilità e già nel primo tempo chiude avanti per 4-0. Nicastro serve Del Sante per il vantaggio. Il bomber diventa assistman per Izzillo poco dopo, prima che il portiere del Martina venga punito anche dalla sfortuna deviando in rete un colpo di testa di Nicastro finito sul palo. Prima dell’intervallo Diop fa poker. Nella ripresa i campani straripano con Lisi che firma una doppietta.

Rigoli

FIDELIS ANDRIA 1 AKRAGAS 2: 28′ Di Grazia, 63′ Di Piazza, 76′ De Vena (F) – Cinquina per Pino Rigoli sulla panchina dell’Akragas. Quinta vittoria consecutiva per lui e salvezza sempre più vicina. Primo tempo beffardo per la Fidelis che gioca bene e crea ma va sotto. Sprecano De Vena e Piccinni, mentre è spietato Di Grazia a sfruttare un errore di Aya. Nella ripresa ancora Fidelis ma è sempre l’Akragas a passare con Di Piazza ben servito da Madonia. Accorcia De Vena prima che lo stesso attaccante e Grandolfo vengano fermati da un ottimo Maurantonio che sventa il possibile pareggio pugliese.

CATANZARO 0 CATANIA 0 – Brutta partita quella del Ceravolo tra due squadre in un periodo di forma non ottimale. Il forte vento, tipico di Catanzaro, condiziona la sfida che comunque non vede grosse occasioni se non qualche tiro dalla distanza e alcuni bei cross non sfruttati dagli attaccanti di entrambe le squadre.

Tifosi Melfi

MELFI 3 ISCHIA 0: 9′ Giacomarro, 18′ Canotto, 23′ Masini – Basta un tempo al Melfi per avere la meglio dell’Ischia di Nello Di Costanzo. Molto male i campani in fase difensiva, tanti errori che hanno facilitato il comunque buon gioco dei ragazzi di Ugolotti. Apre Giacomarro che finalizza una bella azione di Maimone e Canotto. Lo stesso Canotto mette dentro il raddoppio dopo una papera tra il portiere Iuliano e il terzino Porcino. Un altro errore difensivo e Masini piazza il 3-0. Nella ripresa è accademia, espulso Herrera nel Melfi.

Messina-Benevento

MONOPOLI 1 BENEVENTO 3: 2′ Cissè, 10′ Di Mariano (M), 13′ rig. Mazzeo, 70′ Marotta, 92′ Bacchetti (M) – Si parte fortissimo al Veneziani. Cissè spara una bomba dalla distanza ed è vantaggio per la capolista. Mazzeo potrebbe raddoppiare ma è il Monopoli a pareggiare. Croce serve Di Mariano che batte un Gori incolpevole. Pochi secondi ed il Benevento passa di nuovo: Bei stende in area Cissè ed è calcio di rigore. Mazzeo non sbaglia e riporta in vantaggio i sanniti. Di Mariano prova a rimettere le cose in pari ma senza successo, mentre Ciciretti sfida Pisseri per due volte ma il portiere pugliese ha la meglio. Nella ripresa ci vuole un grande Gori per spegnere i sogni di rimonta del Monopoli. Il Benevento la chiude con Marotta in azione personale, dopo aver sprecato con Lopez in precedenza. Nel finale Bacchetti accorcia, troppo tardi e vittoria pesantissima della squadra di Auteri.

CLASSIFICA

Benevento 45 (-1)

Lecce 42

Foggia 41

Cosenza 41

Casertana 40

Matera 34 (-2)

Paganese 32 (-1)

Messina 31

Akragas 28 (-3)

Fidelis Andria 27

Juve Stabia 27

Catanzaro 26

Catania 25 (-10)

Monopoli 24

Melfi 22

Ischia 20 (-4)

Martina Franca 13 (-1)

Lupa Castelli Romani 8 (-1)

Roselli

PROSSIMO TURNO (27-28 febbraio)

Ischia-Lecce (sabato ore 14)

Catania-Casertana (sabato ore 15)

Cosenza-Juve Stabia (sabato ore 17.30)

Benevento-Matera (sabato ore 20.30)

Martina Franca-Catanzaro (sabato ore 20.30)

Akragas-Paganese (domenica ore 14.30)

Foggia-Lupa Castelli Romani (domenica ore 15)

Melfi-Monopoli (domenica ore 15)

Messina-Fidelis Andria (domenica ore 17.30)

CLASSIFICA MARCATORI

Caccavallo (Paganese) 12

Iemmello (Foggia) 12

Calil (Catania) 10

De Angelis (Casertana) 10

Sarno (Foggia) 9

Nicastro (Juve Stabia) 8

Croce (Monopoli) 7

Gambino (Monopoli) 7

Baclet (Martina Franca) 7

Razzitti (Catanzaro) 7

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi