Casertana-Foggia, ultimo giro. Cosenza, giudice del campionato

di

Pubblicato il 8 aprile 2016 in Punto C

Trentesimo e probabilmente decisivo turno del Girone C della Lega Pro. Da sabato a lunedì si incrociano le prime della classe, due sfide su tutte: Casertana-Foggia e Cosenza-Benevento. Al Pinto ultima chiamata, chi perde saluta per sempre la possibilità di attaccare la vetta. Lunedì al Marulla la gara che può riaprire la corsa promozione, il Cosenza può essere giudice del proprio destino e di quello altrui. Per il Benevento evitare la sconfitta vorrebbe dire avere un piede in Serie B. Spettatore interessato di queste due sfide è il Lecce che sabato pomeriggio apre la giornata ospitando l’appagato Akragas al Via del Mare. In basso impegno semplice per il Catania contro la Lupa Castelli, mentre Ischia-Monopoli profuma di antipasto playout.

Surraco Lecce

LECCE-AKRAGAS (sabato ore 15): gioca il turno più favorevole tra le prime della classifica il Lecce di Piero Braglia che al Via del Mare ospita un Akragas appagato e salvo. La sconfitta di Matera della settimana scorsa ha allontanato il primato del Benevento ma gli scontri diretti di questa giornata potrebbero aprire nuovi orizzonti. Braglia perde Papini squalificato ma ritrova Abruzzese e Cosenza. Per Pino Rigoli le difficoltà stanno nel far ritrovare ai suoi ragazzi le giuste motivazioni.

LECCE (3-4-1-2): Perucchini; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Salvi, De Feudis, Legittimo; Surraco; Moscardelli, Doumbia All. Braglia

AKRAGAS (4-3-3): Vono; Grea, Muscat, Marino, Capuano; Salandria, Zibert, Dyulgerov; Di Grazia, Di Piazza, Madonia All. Rigoli

materamessina3

MATERA-MELFI (sabato ore 15): la vittoria di Lecce ha esaltato l’ambiente lucano che adesso guarda con attenzione le sfide Casertana-Foggia e Cosenza-Benevento nella speranza di poter agganciare la zona playoff. Melfi senza Colella e Ingretolli squalificati, sempre più rassegnati ai playout e con poche speranze di raggiungere la miglior posizione possibile.

MATERA (4-3-3): Bifulco; Di Lorenzo, Ingrosso, Piccinni, Tomi; Iannini, De Rose, Armellino; Rolando, Infantino, Carretta All. Padalino

MELFI (4-2-3-1): Santurro; Cason, Silvestri, Petta, Giron; Maimone, Giacomarro; Canotto, Longo, Soumarè; Masini All. Ugolotti

Caccavallo Paganese

CATANZARO-PAGANESE (sabato ore 16.30): campani sereni e con le motivazioni in calo che vanno sul campo di un Catanzaro in cerca dei punti finali per festeggiare la salvezza. Poco gioco e testa pesante per i calabresi che dovranno fare molta attenzione all’arma del contropiede, letale più di una volta nel campionato della squadra di Grassadonia che però perde il suo bomber Caccavallo per infortunio.

CATANZARO (4-3-3): Grandi; Bernardi, Ricci, Orchi, Squillace; Agnello, Maita, Olivera; Mancuso, Razzitti, Firenze All. Erra

PAGANESE (4-3-1-2): Marruocco; Esposito, Sirignano, Bocchetti, Della Corte; Guerri, Carcione, Deli; Palmiero; Cunzi, Cicerelli All. Grassadonia

Casertana

CASERTANA-FOGGIA (sabato ore 17.30): spareggio playoff quello del Pinto tra Casertana e Foggia. Padroni di casa rinati dopo l’esonero di Romaniello, contro i pugliesi tornati in forma nelle ultime settimane cercano la vittoria che consoliderebbe un posto nei prossimi playoff. La squadra di De Zerbi cerca il colpaccio esterno, essenziale in vista anche dello scontro con il Cosenza previsto alla terzultima giornata.

CASERTANA (4-3-3): Gragnaniello; Bonifazi, Idda, Potenza, Pezzella; Matute, Capodaglio, Mancosu; Alfageme, De Angelis, Giannone All. Tedesco

FOGGIA (3-4-3): Narciso; Loiacono, Coletti, Gigliotti; Angelo, Vacca, Agnelli, Di Chiara; Chiricò, Iemmello, Sarno All. De Zerbi

ISCHIA-MONOPOLI (domenica ore 14): da una parte una squadra rassegnata al playout, dall’altra una che tenta in tutti i modi di evitare l’ultimo posto che condanna agli spareggi salvezza. Motivazioni contro, campani che lottano per un posto migliore in griglia; pugliesi con il nuovo tecnico D’Adderio subentrato al dimissionario Tangorra.

ISCHIA (4-2-3-1): Iuliano; Florio, Savi, Moracci, Porcino; Acampora, Spezzani; Armeno, Di Vicino, Kanoute; Gomes All. Porta

MONOPOLI (4-5-1): Pisseri; Luciani, Esposito, Bacchetti, Mercadante; Di Mariano, Viola, Djuric, Romano, Pinto; Croce All. D’Adderio

Calil Catania

CATANIA-LUPA CASTELLI ROMANI (domenica ore 15): l’avversario perfetto per scacciare la crisi dopo la batosta umiliante subita a Foggia nel posticipo dello scorso lunedì. Moriero recupera Calil dopo la squalifica ma perde Bergamelli. Lupa Castelli Romani che in caso di sconfitta potrebbe essere aritmeticamente retrocessa in Serie D.

CATANIA (4-3-3): Liverani; Garufo, Pelagatti, Bastrini, Nunzella; Agazzi, Musacci, Di Cecco; Falcone, Calil, Russotto All. Moriero

LUPA CASTELLI ROMANI (3-5-2): Tassi; Rosato, Aquaro, Di Bella; De Gol, Scicchitano, Maiorano, Kosovan, Colantoni; Mastropietro, Rossetti All. Palazzi

Grandolfo Fidelis Andria

MARTINA FRANCA-FIDELIS ANDRIA (domenica ore 16.30): dall’arrivo di Franceschini sulla panchina pugliese il Martina ha inanellato prestazioni e risultati, la classifica però rimane drammatica ed i playout sempre più vicini. Andria virtualmente salvo.

MARTINA FRANCA (4-4-2): Viotti; D’Alterio, Marchetti, D’Orsi, Curcio; Antonazzo, Dianda, Rajcic, Schetter; Berardino, Taurino All. Franceschini

FIDELIS ANDRIA (3-4-1-2): Poluzzi; Tartaglia, Stendardo, Aya; Paterni, Bisoli, Onescu, Cortellini; Strambelli; Grandolfo, Bollino All. D’Angelo

JUVE STABIA-MESSINA (domenica ore 17.30): nei campani fuori lo squalificato Obodo, mister Zavettieri vuol sfruttare il turno interno per allontanare definitivamente la zona playout. Messina salvo e con motivazioni in calo, mister Di Napoli perde nuovamente Cocuzza ma recupera Ionut dopo la squalifica. Maggiori approfondimenti nel pezzo di tattica in uscita sul nostro sito.

COSENZA-BENEVENTO (lunedì ore 20): sicuramente quella del Marulla è la gara che può decidere il campionato. Calabresi che non possono fermarsi se vogliono ancora ambire ad un posto nei playoff. Benevento che se dovesse superare lo scoglio Cosenza vedrebbe la Serie B sempre più vicina.

COSENZA (4-4-2): Perina; Blondett, Tedeschi, Di Nunzio, Ciancio; Criaco, Arrigoni, Fiordilino, Statella; Arrighini, La Mantia All. Roselli

BENEVENTO (3-4-3): Gori; Pezzi, Lucioni, Mattera; Melara, De Falco, Del Pinto, Lopez; Ciciretti, Cissè, Marotta All. Auteri

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi