Caso fideiussione: Messina deferito

Pubblicato il 28 aprile 2017 in Primo Piano

Ancora caos attorno all’Acr Messina. Dopo il deferimento in merito ai mancati pagamenti dei mesi di novembre e dicembre che porterà ad una penalizzazione di 2 punti dopo il dibattimento del prossimo 3 maggio, ecco che l’eredità della precedente proprietà torna a bussare alla porta della società giallorossa. Deferimento da parte del Procuratore Federale al Tribunale Federale Nazionale su segnalazione della Commissione di Vigilanza sulle Società Calcistiche Professionistiche (CO.VI.SO.C.) per il mancato pagamento del premio assicurativo (6000 euro) che rendeva inefficace la garanzia di 350 mila euro presentata in sostituzione della polizza stipulata con l’agenzia GABLE INSURANCE AG. Impossibile fare adesso delle ipotesi su eventuali penalizzazioni: la mancanza di recidività e il passaggio di proprietà rappresentano armi a favore della memoria difensiva. A differenza del caso stipendi non esiste ancora una data per il dibattimento. Questo il comunicato ufficiale della FIGC:

A seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., il Procuratore federale ha deferito il Messina al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare “a titolo di responsabilità diretta e propria, per aver depositato presso la Lega Italiana Calcio Professionistico, entro il 31 gennaio 2017, una garanzia dell’importo di € 350.000,00 in sostituzione di quella non più efficace prestata dalla GABLE INSURANCE AG depositata in sede di rilascio della Licenza Nazionale 2016/2017, anch’essa priva di efficacia nei confronti del beneficiario per mancato versamento del premio assicurativo”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi