Cosenza-Catania match clou, per Casertana e Foggia trasferte pericolose

di

Pubblicato il 22 gennaio 2016 in Punto C

Diciannovesimo turno del Girone C di Lega Pro. Si gioca domenica pomeriggio al Marulla di Cosenza il match più interessante della giornata tra i padroni di casa e il Catania balbettante di Pippo Pancaro. Sarà la capolista Casertana ad aprire il turno, sabato sfida a Melfi contro la banda di Ugolotti. Possibilità di allungo per i campani che, vincendo, metterebbero pressione al Foggia impegnato domenica a Catanzaro nell’altra grande sfida della giornata. Turno interno per Lecce e Benevento impegnate rispettivamente contro Juve Stabia e Lupa Castelli Romani. Esordio per due nuovi tecnici. Nello Di Costanzo alla guida dell’Ischia riparte da quel Messina condotta verso la Serie D nella scorsa stagione. Pino Rigoli torna ad Agrigento per risollevare le sorti di un Akragas sprofondato in classifica. Si chiude lunedì con il posticipo tra Matera e Fidelis Andria.

news44241

MELFI-CASERTANA (sabato ore 15): lucani reduci dal buon pareggio di Castellammare, Ugolotti perde Di Nunzio per squalifica per il resto solo conferme. Capolista delusa dopo il pari interno col Catanzaro, per Romaniello non mancano le novità di mercato con l’addio di D’Alterio (finito a Martina) e l’arrivo del blasonato Alessandro Potenza.

MELFI (4-2-3-1): Santurro; Annoni, Colella, Cason, Amelio; Finazzi, Maimone; Soumare, Herrera, Longo; Masini ALL. Ugolotti

CASERTANA (3-5-2): Gragnaniello; Rainone, Idda, Murolo; Mangiacasale, Marano, Capodaglio, Mancosu, Tito; De Angelis, Negro ALL. Romaniello

download

MONOPOLI-AKRAGAS (sabato ore 17.30): interessante sfida salvezza al Veneziani tra i padroni di casa e il rivoluzionato Akragas di Pino Rigoli. In settimana le dimissioni di Nicola Legrottaglie hanno chiuso il pessimo cammino dell’ex giocatore di Milan e Juventus in Sicilia. Con lui dice addio anche Sergio Almiron passato dal campo alla scrivania qualche settimana fa. Per Tangorra, reduce dal buon pari di Catania, assenza pesante a centrocampo con Romano fermato dal giudice sportivo.

MONOPOLI (3-5-2): Pisseri; Bei, Castaldo, Ferrara; Luciani, Tarantino, Viola, Djuric, Mercadante; Croce, Gambino ALL. Tangorra

AKRAGAS (4-3-3): Vono; Muscat, Marino, Grea, Cazè; Zibert, Mauri, Salandria; Di Grazia, Cristaldi, Di Piazza ALL. Rigoli

COSENZA-CATANIA (sabato ore 20.30): calabresi a riposo forzato la scorsa settimana a causa dell’imponente nevicata su Martina Franca. Neve che ha condizionato gli allenamenti della squadra di Roselli vista l’imbiancata sulla città silana. Catania reduce da due 0-0 consecutivi e sempre in rincorsa. Pancaro sembra non rischiare mai ma a Cosenza non deve sbagliare. Rientra Musacci ma fuori Russotto.

COSENZA (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, Ciancio; Criaco, Arrigoni, Fiordilino, Statella; Arrighini, Raimondi ALL. Roselli

CATANIA (4-3-3): Liverani; Garufo, Bergamelli, Pelagatti, Nunzella; Musacci, Agazzi, Di Cecco; Calderini, Calil, Falcone ALL. Pancaro

IMG_9865

ISCHIA- MESSINA (domenica ore 14): maggiori approfondimenti nel pezzo di tattica in uscita domani sul nostro sito. Esordio per Nello Di Costanzo sulla panchina campana contro la squadra che ha portato alla retrocessione lo scorso anno. Nel Messina, in silenzio stampa, sono tanti i dubbi per mister Arturo Di Napoli a partire dal ruolo di portiere.

CATANZARO-FOGGIA (domenica ore 15): rinnovo contrattuale per il tecnico dei calabresi Alessandro Erra. Premiato il gran lavoro fatto in questi mesi. Reduci dal buon punto di Caserta ecco un altro turno complicato per il Catanzaro, senza lo squalificato Maita, che ospitano l’arrabbiato Foggia di Roberto De Zerbi. Non possono perdere ulteriore terreno i pugliesi, in vista un match che promette spettacolo. A sorpresa non convocato il capocannoniere Pietro Iemmello, scontento della sua indolenza il tecnico Roberto De Zerbi.

CATANZARO (4-5-1): Grandi; Bernardi, Moi, Ricci, Squillace; Mancuso, Agnello, Giampà, Taddei, Patti; Razzitti ALL. Erra

FOGGIA (4-3-3): Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli, Coletti, Gerbo; Sarno, Chiricò, Floriano ALL. De Zerbi

IMG_0888-800x380

PAGANESE-MARTINA FRANCA (domenica ore 15): Grassadonia ritrova Marruocco dopo il turno di squalifica. La grande prestazione di Foggia non è servita, sprecato un doppio vantaggio clamoroso. In settimana portata a termine lo scambio con la Juve Stabia tra Vella e Rosania. Martina riposato dal rinvio per neve col Cosenza, match che si recupererà il prossimo 27 gennaio. Ingaggiati l’attaccante Nicola Ciotola e il difensore Salvatore D’Alterio dalla Casertana.

PAGANESE (4-3-3): Marruocco; Esposito, Sirignano, Acampora, Bocchetti; Deli, Carcione, Palmiero; Caccavallo, Cunzi, Cicerelli ALL. Grassadonia

MARTINA FRANCA (4-4-2): Viotti; Allegra, Migliaccio, Marchetti, Curcio; Basso, Kuseta, Cristofari, De Lucia; Baclet, Cristea ALL. Incocciati

BENEVENTO-LUPA CASTELLI ROMANI (domenica ore 17.30): campani reduci dalla sbornia di gol fatta al San Filippo contro l’inerme Messina. Auteri può scegliere da una rosa al completo a cui si è aggiunto il centrocampista Federico Angiulli mancino di qualità in uscita dalla Reggiana. In ripresa la Lupa Castelli, bel pari interno contro l’Ischia che conferma la voglia di non mollare dei laziali.

BENEVENTO (3-4-3): Piscitelli; Pezzi, Lucioni, Mucciante; Melara, Del Pinto, De Falco, Mazzarani; Ciciretti, Marotta, Mazzeo ALL. Auteri

LUPA CASTELLI ROMANI (4-3-3): Caio Secco; Rosato, Aquaro, Petta, De Gol; Falasca, Prutsch, Strasser; Morbidelli, Scardina, Mastropietro ALL. Di Franco

image

LECCE-JUVE STABIA (domenica ore 17.30): due tra le deluse dello scorso turno, entrambe fermate su pari inutili per la classifica. Braglia deve sciogliere i dubbi difensivi con Cosenza che rimane in vantaggio su Camisa, in attacco scalpita Caturano. Zavettieri perde Cancellotti per squalifica e sceglie Romeo per la sostituzione. In settimana tesserato l’ex Ischia e Messina, Nicolas Izzillo.

LECCE (3-4-1-2): Perucchini; Freddi, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Papini, Salvi, Legittimo; Surraco; Curiale, Moscardelli ALL. Braglia

JUVE STABIA (4-4-2): Polito; Romeo, Polak, Carillo, Liotti; Arcidiacono, Obodo, Favasuli, Contessa; Nicastro, Gomez ALL. Zavettieri

MATERA-FIDELIS ANDRIA (lunedì ore 20): posticipo interessante quello del XXI settembre-Franco Salerno dove la squadra di Pasquale Padalino ospita l’ottima Fidelis Andria di D’Angelo. Matera travolgente ad Agrigento nello scorso turno che ritrovano Mirko Carretta dopo la squalifica. Nella Fidelis Andria ancora fuori Nicola Strambelli.

MATERA (3-5-2): Bifulco; Di Lorenzo, Ingrosso, Piccinni; Rolando, Iannini, De Rose, Armellino, Tomi; Letizia, Infantino ALL. Padalino

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi, Aya, Stendardo, Ferraro; Tartaglia, Onescu, Bisoli, Piccinni, Cortellini; Grandolfo, Cianci ALL. D’Angelo

* foto evidenza ©PeppeSaya

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi