Cosenza-Messina, Roselli: “Bravi ad indurli all’errore. Classifica corta”

Pubblicato il 7 febbraio 2016 in Primo Piano

Un mix di gioia per la vittoria e amarezza per la tragica notizia della morte di un sostenitore silano nel post partita della squadra di Giorgio Roselli. Lo stesso tecnico cosentino ci tiene ad aprire il suo intervento in sala stampa con un messaggio di vicinanza alla famiglia dello sfortunato tifoso. “Non possiamo certamente gioire per la vittoria di oggi perché notizie come questa superano tutto – un commosso Roselli – siamo vicini alla famiglia e davvero molto toccati”. Si passa all’analisi della sfida, un Cosenza cattivo e ben messo in campo che col pressing alto ha messo in chiara difficoltà il Messina. “Sono soddisfatto dell’approccio, volevo questo tipo di pressione e l’errore di Martinelli è merito nostro. Dopo mi è piaciuto poco l’atteggiamento. La superiorità numerica andava gestita diversamente, il gol si può sempre subire e dobbiamo stare più concentrati”. Sul campionato, il tecnico cosentino non si nasconde e chiarisce gli obiettivi. “Ad inizio anno è naturale parlare di salvezza, il primo obiettivo deve sempre essere quello. Una volta arrivati i 40 punti si riparte. La classifica è corta, le prime quattro sono di un’altra categoria ma ci siamo”.

ANDREA LA MANTIA – Autore del gol che ha chiuso la partita, l’attaccante dei calabresi è reduce da un periodo travagliato che spera di essersi messo alle spalle. Non solo infortuni ma anche qualche frizione con lo staff tecnico. Prima però premessa d’obbligo. “Una notizia che ci ha sconvolto, siamo vicini alla famiglia del tifoso scomparso e non possiamo far altro che far sentire il nostro affetto. Personalmente sono contento per il gol perché ha chiuso la gara che poteva ancora vederci soffrire. Una rete importante dopo un periodo particolare. Ho superato i problemi fisici e personali, durante il mercato potevo andare via ma abbiamo deciso di comune accordo di proseguire insieme”.

EDOARDO BLONDETT –  Il suo gol ha riportato in vantaggio i calabresi dopo il pari di Burzigotti. Una prestazione importante per il centrale difensivo, macchiata solo dall’ammonizione che gli farà saltare il derby col Catanzaro. “Peccato per il giallo preso subito, il derby è una partita particolare e saltarla non mi fa piacere. Sulla gara di oggi devo dire che non abbiamo gestito bene la superiorità numerica. Il mister ci ha strigliato e dopo il vantaggio è stato più facile. Il gol mi ha dato tanta gioia dato che non segnavo da mesi però la notizia tragica della morte del nostro tifoso ha cancellato questa felicità. Per quanto possa valere dedico il gol e la vittoria alla famiglia di questo nostro tifoso. Intristisce pensare che si possa perdere la vita mentre stai passando un momento di gioia come guardare la squadra per cui fai il tifo”.

*Ringraziamo il collega di Cosenza Channel, Antonio Clausi, per la gentile concessione.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi