Crolla il Foggia, sorride il Lecce. Salvezza, tutte in ballo

di

Pubblicato il 11 febbraio 2017 in Punto C

Venticinquesimo turno del Girone C della Lega Pro: giornata che si chiuderà con le appendici della domenica pomeriggio a Catania e Matera, lunedì sera derby calabrese tra Cosenza e Reggina. Cambia ancora la vetta della classifica: crolla a Taranto il Foggia di Stroppa, adesso la capolista è il Lecce che passa sul Siracusa. Fuochi d’artificio in zona salvezza: il Messina schianta il Catanzaro, mentre Paganese e Vibonese trovano clamorose vittorie esterne. Il Melfi è il nuovo fanalino di coda.

LECCE – SIRACUSA 2-1

Caturano (L) su calcio di rigore al 42′ p.t.

aut. Malerba (S) al 14′ s.t.

De Silvestro (S) al 29′ s.t.

Lecce-Siracusa

Non mancano le emozioni al Via del Mare dove serve un Lecce vigoroso per aver la meglio sul Siracusa. Apre Caturano su calcio di rigore concesso per fallo di Toscano su Costa Ferreira. Nella ripresa la scena si ripete a parti invertite: Perucchini stende De Silvestro ed è rigore. Catania litiga con Doumbia prima di calciare, col salentino reo di tentare di scavare una buca in prossimità del dischetto. Perucchini fa il resto respingendo alla grande il penalty del siciliano. Malerba chiude la giornataccia aretusea ribadendo nella propria porta un palo di Caturano. Quando De Silvestro accorcia su assist di Valente è troppo tardi.

MELFI – FIDELIS ANDRIA 1-2

Cianci (F) al 2′ p.t.

Croce (F) al 45′ p.t.

Marano (M) al 28′ s.t.

Melfi-Fidelis

Un tiro da fuori di Cianci e una mischia risolta da Croce: questo il modo in cui la Fidelis indirizza la sfida del Valerio. Il Melfi non reagisce con la giusta veemenza, tanto che la rete di Marano riaccende solo stancamente le speranze di rimonta. Lucani adesso ultimi in classifica dopo la vittoria esterna della Vibonese sul campo della Casertana.

MESSINA – CATANZARO 2-1

Carcione (C) al 23′ s.t.

Anastasi (M) al 26′ s.t.

da Silva (M) al 32′ s.t.

Grande reazione del Messina che piega il Catanzaro passato in vantaggio con un gran tiro dalla distanza di Carcione. I nuovi arrivati Anastasi e da Silva approfittano di due leggerezze difensive calabresi e regalano al Messina la quarta vittoria interna consecutiva. (Una questione di personalità: il Messina supera il Catanzaro).

MONOPOLI – PAGANESE 0-2

Cicerelli al 15′ p.t.

Della Corte al 31′ p.t.

Monopoli-Paganese

Basta solo un tempo alla squadra di Grassadonia per aver la meglio del Monopoli e riscattarsi dopo la sconfitta di sette giorni fa contro il Catanzaro. Apre Cicerelli servito da Mauri dopo un bello scambio con Bollino. Il raddoppio nasce e si conclude con Della Corte protagonista: il terzino mancino scarica su Bollino, servizio per Tascone che chiude la giocata servendo ancora Della Corte. Sinistro potente e raddoppio. Il Monopoli non c’è mai, adesso la classifica è preoccupante.

TARANTO – FOGGIA 2-0

Magnaghi al 24′ s.t.

De Giorgi al 38′ s.t.

Taranto-Foggia

La grande sorpresa di giornata è rappresentata dalla caduta del Foggia sul campo del Taranto: primo tempo senza spunti, nella ripresa i padroni di casa risolvono due mischie e archiviano l’ex capolista. Prima Magnaghi e poi De Giorgi, due reti simili nello svolgimento ma soprattutto per pesantezza. Lecce nuovamente in testa, Taranto che trova tre punti vitali nella corsa salvezza.

CASERTANA – VIBONESE 1-2

Rajcic (C) al 13′ p.t.

Sowe (V) al 29′ p.t.

Piroška (V) al 33′ p.t.

Casertana-Vibonese

Tutto nel primo tempo: azione e reazione che portano tre punti fondamentali per la Vibonese. Campani in vantaggio con Rajcic servito dalla torre di Corado. Calabresi che reagiscono e ribaltano in pochi minuti: prima Sowe impatta, poi Piroška trova un diagonale preciso che batte ancora Ginestra. Nella ripresa la Vibonese rimane in dieci per il rosso a Viola, unica vera emozione della frazione.

JUVE STABIA – FONDI 1-1

Izzillo (J) al 48′ p.t.

Giannone (F) al 36′ s.t.

Juve Stabia-Fondi

Non riesce a scacciare la crisi la squadra di Fontana: al Menti non basta la rete di Izzillo arrivata nel recupero del primo tempo. Nella ripresa le vespe provano a gestire il vantaggio, il veleno arriva nel finale: Giannone riceve sulla parte destra, testa alta e sinistro di precisione che batte Russo. Solo due punti nelle ultime quattro gare per i campani.

AKRAGAS – CATANIA 2-1

(Akragas, Salvemini e Di Napoli stendono un borioso Catania)

Mazzarani (C) su calcio rigore al 12′ p.t.

Pezzella (A) al 13′ s.t.

Salvemini (A) su calcio di rigore al 28′ s.t.

MATERA-VIRTUS FRANCAVILLA domenica ore 16.30

COSENZA-REGGINA lunedì ore 20.45

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi