Fc Messina-Marina di Ragusa, la strada per la continuità

di

Pubblicato il 24 Agosto 2019 in Primo Piano

La vittoria di Palmi come buon viatico, adesso per il Football Club c’è l’ostacolo Marina di Ragusa sul cammino della Coppa Italia. Una sfida dal campo neutro e dalle motivazioni costruttive, passaggio di crescita per l’inizio del campionato.

LA CONTINUITÀ – Il passaggio del turno contro la Palmese non illuso nessuno, in primis un Massimo Costantino capace di gettare, immediatamente, acqua sul fuoco. Squadra ancora in costruzione e in fase di studio tattico: l’ingaggio di Aladje porta peso specifico in avanti, adesso c’è da completare il pacchetto offensivo cercando, magari, profili duttili che diano soluzioni tattiche alternative. Faccenda mercato che, come per tutte le squadre della Serie D, resta nell’attesa della chiusura di quello Pro per andare a caccia di qualche scontento; nel frattempo il campo regala turni di Coppa Italia utili per mettere benzina e testare l’intesa. Il Fc visto in Calabria ha mostrato una buona ricerca del possesso e delle verticalizzazioni sugli esterni, nonostante una certa sterilità offensiva non è mancata una buona pressione e una padronanza del campo figlia, anche, di una Palmese non brillantissima. Costantino troverà di fronte un Marina di Ragusa forte del successo contro il Messina di domenica scorsa e leggero per una pressione totalmente assente in questa competizione di complemento. Buon test, l’ennesimo, per un Fc Messina che prova a diventare sempre più squadra.

IL CAMPO – L’undici visto a Palmi potrebbe tornare titolare sul neutro di Sant’Agata Militello. Parentesi sulla questione stadio obbligatoria: Acr e Fc in contatto per prendere la decisione migliore per il terreno del San Filippo, comune accordo sul non gravarlo di un match nel momento della fase finale di sistemazione del manto che, confermano da casa Acr, sarà pronto per l’esordio in campionato. Parentesi chiusa e si torna a quelle che saranno le scelte di mister Costantino: non c’è ancora Fissore, assente anche l’argentino Melillo che domenica scorsa ha subito una forte contusione alla mandibola. Prima convocazione per il portoghese Aladje, visto bene da mister Costantino, ma destinato probabilmente alla panchina. Secondo test ufficiale per il Football Club Messina, seconda occasione per trovare intesa e forza in vista di un esordio in campionato non morbidissimo contro il Licata.

FC MESSINA (4-3-3) Aiello; Casella, Marchetti D., Quitadamo, Brunetti; Bevis, Giuffrida, Marchetti A.; Correnti, Carbonaro, Carrozza. All. Costantino

MARINA DI RAGUSA (4-3-3) Di Carlo; Carnemolla, Mancuso, Giuliano, Belluardo; Mauro, Calivà, Iannizzotto; Mistretta, Maiorana, Bonfiglio. All. Utro

*foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale del Fc Messina

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi