Foggia, è il B-Day. Zona playout: scontri diretti decisivi

di

Pubblicato il 22 aprile 2017 in Punto C

Trentaseiesimo turno del Girone C della Lega Pro: è il giorno del Foggia che sul campo del Fondi cerca il punto che significherebbe Serie B. Ancora la zona playout al centro della scena: il Messina va a Lecce mentre la Reggina ospita la Virtus Francavilla. Sfida interna anche per il Monopoli che aspetta il Catania, trasferta a Cosenza per l’Akragas. Tutte in attesa dei due scontri diretti del fondo classifica: si incrociano le ultime quattro in graduatoria con il Melfi che ospita il fanalino Taranto, derby calabrese tra Vibonese e Catanzaro.

CASERTANA – MATERA

Stadio Alberto Pinto, domenica ore 14.30

Arbitro Viotti di Tivoli

CASERTANA (4-3-1-2) Ginestra; Finizio, Lorenzini, Rainone, Ramos; Giorno, Rajcic, Carriero; Cisotti; Corado, Ciotola. All. Tedesco

MATERA (3-4-3) Tozzo; Ingrosso, De Franco, Mattera; Salandria, Iannini, Armellino, Armeno; Negro, Infantino, Lanini. All. Auteri

LEGGEREZZA – Gara che non dice moltissimo per la classifica e che per questo motivo potrebbe regalare un bello spettacolo. Si sfidano due squadre dalle buone capacità tecniche ma con la testa già ai playoff, anche se ai campani servono ancora un paio di punti per la certezza di un posto negli spareggi promozione. Questa, forse, la motivazione maggiore che potrebbe favorire la squadra di Tedesco contro un Matera senza obblighi.

FONDI – FOGGIA

Stadio Domenico Purificato, domenica ore 14.30

Arbitro Camplone di Pescara

FONDI (4-3-3) Baiocco; Galasso, Signorini, Marino, Pompei; Varone, De Martino, D’Angelo; Giannone, Gambino, Calderini. All. Pochesci

FOGGIA (4-3-3) Guarna; Loiacono, Martinelli, Coletti, Rubin; Agnelli, Vacca, Gerbo; Chiricò, Mazzeo, Di Piazza. All. Stroppa

FESTA – Serve un punto nelle prossime tre gare al Foggia di Stroppa per festeggiare una Serie B, la trasferta di Fondi non sembra poter arrestare la marcia verso la promozione per i rossoneri che si preparano a coronare una stagione incredibile. Infortunio per Deli che salterà l’ultima parte di campionato, al suo posto il favorito è Gerbo. Nel Fondi ancora squalificato Squillace, per mister Pochesci non ci sono grossi dubbi.

JUVE STABIA – FIDELIS ANDRIA

Stadio Romeo Menti, domenica ore 14.30

Arbitro Schirru di Nichelino

JUVE STABIA (4-3-3) Russo; Cancellotti, Santacroce, Liviero, Allievi; Izzillo, Capodaglio, Mastalli; Lisi, Ripa, Cutolo. All. Carboni

FIDELIS ANDRIA (3-5-2) Cilli; Aya, Allegrini, Rada; Tartaglia, Onescu, Minicucci, Curcio, Tito; Volpicelli, Cianci. All. Favarin

ENERGIE – Finale di stagione da gestire per i campani che in vista dei playoff devono guardare ad una infermeria sempre piena. Per mister Carboni c’è da inventare una difesa che soffre dell’assenza di Morero, Atanasov e Camigliano. Nella Fidelis tutti a disposizione di mister Favarin, il brasiliano Curcio confermato in mediana con Volpicelli in avanti a far coppia con Cianci.

LECCE – MESSINA

Stadio Via del Mare, domenica ore 14.30

Arbitro Mantelli di Brescia

Approfondimento nell’articolo di presentazione della sfida in uscita sul nostro sito. Messina che ritrova Anastasi, Rea e De Vito con mister Lucarelli pronto a tornare al tridente offensivo. Nel Lecce fuori Cosenza e Fiordilino squalificato, infermeria piena per Padalino.

REGGINA – VIRTUS FRANCAVILLA

Stadio Oreste Granillo, domenica ore 14.30

Arbitro Marchetti di Ostia Lido

REGGINA (3-5-2) Sala; De Vito, Gianola, Kosnic; Cane, Bangu, Botta, De Francesco, Porcino; Coralli, Bianchimano. All. Zeman

V. FRANCAVILLA (3-5-2) Albertazzi; Pino, Idda, Abruzzese; Albertini, Prezioso, Galdean, Alessandro, Pastore; Nzola, Abate. All. Calabro

FATTORE CAMPO – Deve essere decisivo il Granillo nella corsa salvezza degli amaranto. Reggina che ospita una Virtus Francavilla in fase calante ma protagonista di uno splendido campionato. Per Zeman c’è da valutare lo stato di salute di Coralli che però dovrebbe tornare titolare. Nella Virtus torna Abate dopo la squalifica, farà coppia con Nzola.

SIRACUSA – PAGANESE

Stadio Nicola De Simone, domenica ore 14.30

Arbitro Meleleo di Casarano

SIRACUSA (4-2-3-1) Santurro; Brumat, Turati, Cossentino, Malerba; Spinelli, Palermo; Azzi, Catania, Valente; Scardina. All. Sottil

PAGANESE (4-2-3-1) Liverani; Alcibiade, De Santis, Carillo, Della Corte; Tagliavacche, Pestrin; Bollino, Firenze, Cicerelli; Reginaldo. All. Grassadonia

SORPRESE – Sono le due grandi novità del Girone C in stagione: Siracusa che scala la classifica e cerca una vittoria che potrebbe significare l’avvicinamento alla zona podio. Per mister Sottil assente Diakité ma formazione praticamente scelta, nella Paganese ci sono da gestire le forze dopo il recupero infrasettimanale di Taranto, per mister Grassadonia probabile il ritorno al trio di trequartisti alle spalle di Reginaldo.

VIBONESE – CATANZARO

Stadio Luigi Razza, domenica ore 14.30

Arbitro Fourneau di Roma 1

VIBONESE (3-5-2) Russo; Silvestri, Manzo, Moi; Legras, Viola, Giuffrida, Favasuli, Minarini; Saraniti, Sowe. All. Campilongo

CATANZARO (4-4-2) De Lucia; Esposito, Prestia, Sirri, Patti; Mancosu, Van Ransbeeck, Maita, Zanini; Sarao, Giovinco. All. Erra

DERBY – Sfida tutta calabrese che vale la salvezza quella del Razza dove arriva un Catanzaro che cerca i punti per evitare i playout. Padroni di casa che devono allontanare le inseguitrici oltre che cercare una salvezza diretta ancora possibile e un posto migliore nella griglia playout. Fuori lo squalificato Franchino al suo posto c’è Silvestri, nel Catanzaro torna in porta De Lucia mentre sono tanti gli acciaccati che complicano le scelte di Erra.

MELFI – TARANTO

Stadio Arturo Valerio, domenica ore 16.30

Arbitro Guccini di Albano Laziale

MELFI (3-5-2) Gragnaniello; Grea, Laezza, Romeo; Bruno, Obeng, Vicente, Marano, Lodesani; Foggia, De Angelis. All. Diana

TARANTO (4-3-3) Contini; Balzano, Magri, Pambianchi, Som; Maiorano, Guadalupi, Lo Sicco; Viola, Magnaghi, Emmausso. All. Ciullo

DECISIVA – Non deve più sbagliare il Taranto di Ciullo che a Melfi deve trovare una vittoria che significherebbe abbandonare l’ultimo posto in classifica. Periodo nero avvelenato dalla batosta subita nel recupero contro la Paganese, si va in casa della diretta concorrente per evitare la retrocessione diretta. Melfi reduce dalla clamorosa vittoria di Messina, per mister Diana pesanti le assenze per squalifica di Esposito e De Vena.

MONOPOLI – CATANIA

Stadio Vito Simone Veneziani, domenica ore 16.30

Arbitro Robilotta di Sala Consilina

MONOPOLI (4-3-3) Furlan; Carissoni, Esposito, Bacchetti, Mercadante; Sounas, Nicolini, Pinto; Genchi, Montini, Gatto. All. Zanin

CATANIA (4-3-3) Pisseri; Parisi, Mbodji, Marchese, Djordjevic; Di Stefano, Bucolo, Mazzarani; Di Grazia, Pozzebon, Barisic. All. Pulvirenti

REAZIONE – Non può permettersi un altro passo falso il Catania di Pulvirenti: Monopoli che con una vittoria accorcerebbe proprio sugli etnei complicando, clamorosamente, il cammino dei siciliani. Mister Zanin va verso la conferma degli undici vincenti a Taranto, nel Catania sono tantissimi gli assenti che complicano i piani del tecnico Pulvirenti.

COSENZA – AKRAGAS

Stadio San Vito-Marulla, domenica ore 18.30

Arbitro Carella di Bari

COSENZA (4-4-2) Saracco; Corsi, Blondett, Tedeschi, D’Orazio; D’Anna, Calamai, Ranieri, Statella; Letizia, Baclet. All. De Angelis

AKRAGAS (3-4-1-2) Pane; Thiago Cazé, Riggio, Russo; Coppola, Rotulo, Palmiero, Sepe; Longo; Klaric, Salvemini. All. Di Napoli

MOTIVAZIONI – Sarà la maggiore volontà dell’Akragas a dover indirizzare una sfida complicata per la squadra di Lello Di Napoli. Cosenza senza il portiere Perina fermato dal Giudice Sportivo e che non recupera l’acciaccato Mungo. Per mister De Angelis ipotesi di 4-4-2 per avere la meglio di una formazione che in Calabria cerca i punti che varrebbero una salvezza incredibile.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi