Foggia e Lecce stoppate, Casertana allungo fallito. Messina, si riparte

di

Pubblicato il 10 gennaio 2016 in Punto C

Ultimo turno del girone d’andata della Lega Pro Girone C. Stop inattesi quelli di Foggia e Lecce, fermate rispettivamente da Juve Stabia e Lupa Castelli Romani. Nel posticipo del lunedì sul campo della Paganese la capolista Casertana ha la grande chance di allungare su entrambe. Vincono il Cosenza, che espugna Ischia, e il Benevento che manda Legrottaglie e l’Akragas all’inferno. Riparte il Messina, al “San Filippo” schiantato il Martina Franca. Ancora deludente il Catania di Pippo Pancaro, 0-0 ad Andria.

RISULTATI E MARCATORI

images

ISCHIA 1 COSENZA 2: 45′ Tedeschi, 69′ Porcino (I), 84′ Arrigoni – Sempre più cinico e vincente il Cosenza di Giorgio Roselli. Due palle inattive bastano per avere la meglio dell’Ischia del sempre più traballante Bitetto. Bravo Tedeschi ad aprire il match con una bella incornata su azione d’angolo. Pari campano con Porcino, ci pensa Arrigoni a lanciare i calabresi al terzo posto con una magistrale punizione.

FIDELIS ANDRIA 0 CATANIA 0 – Primo tempo di marca pugliese con Grandolfo che impegna Liverani in un paio di occasioni. Nella ripresa la partita cala di intensità e succede ben poco, solo nel finale il Catania si accende con Plasmati che colpisce il palo con un gran colpo di testa ravvicinato.

MELFI 2 CATANZARO 0: 1′ Masini, 72′ Soumarè – Il Catanzaro crea ed il Melfi vince. Partita subito in discesa per i lucani che dopo un minuto trovano la girata vincente di Masini. Moi e Maita scuotono la porta di Santurro ma senza successo. Nella ripresa il Melfi si chiude e con Soumarè colpisce in ripartenza. Brusca frenata per la squadra di Erra.

benevento (ottopagine)

BENEVENTO 1 AKRAGAS 0: 44′ De Falco – Poco spettacolo al “Vigorito” ma arrivano i punti per la squadra di Auteri. Akragas in crisi nerissima, solo un’occasione per i siciliani con Leonetti che si fa ipnotizzare da Gori. La sblocca De Falco con un siluro dalla distanza a pochi attimi dalla fine del primo tempo. Nella ripresa succede pochissimo, Benevento che rivede la parte alta della classifica.

MESSINA 3 MARTINA FRANCA 0: 9′ 26′ Gustavo, 76′ Tavares – Una super doppietta del brasiliano Gustavo lancia il Messina nel primo tempo. Calcio di punizione e sinistro dalla distanza spettacolare, questo lo spettacolo offerto dall’esterno sudamericano. Nella ripresa torna in campo Tavares, bolide di destro su assist di Padulano. Tre gol, tre punti e campionato che riparte dopo l’amaro stop di Caserta.

LUPA CASTELLI ROMANI 1 LECCE 1: 73′ Caturano (Le), 87′ Mastropietro – Beffardo pareggio per il Lecce a Rieti sul campo della Lupa Castelli. Primo tempo senza emozioni, a parte il gol annullato a Moscardelli. Nella ripresa il copione non cambia, Braglia butta nella mischia il neo arrivato Caturano e il bomber lo ripaga. Il tempo di riprendere le misure alla categoria ed ecco il vantaggio salentino. La beffa arriva nel finale, è Mastropietro con un gol da opportunista a battere Perucchini e complicare il campionato dei leccesi.

sarno_foggia

FOGGIA 1 JUVE STABIA 1: 11′ Nicastro (Js), 38′ Iemmello – Parte forte la squadra di Zavettieri, poco più di dieci minuti e Nicastro incanta lo “Zaccheria” con un gran destro a giro che si infila all’incrocio con Narciso spettatore. Iemmello si scuote, prima sbaglia due reti e poi anticipa tutti di testa su azione d’angolo. Nella ripresa la Juve Stabia alza il muro e il Foggia ci sbatte senza successo. Ai punti avrebbe meritato la squadra di De Zerbi, ma la Juve Stabia non ha rubato nulla con una partita attenta e vigorosa.

MONOPOLI 0 MATERA 2: 41′ Letizia, 57′ Carretta – Domina la squadra di Padalino che passa facilmente sul campo del Monopoli. È Pisseri il portiere più impegnato della gara, la sua resistenza è piegata da Letizia, bravo a mettere dentro dopo una grande azione di Carretta. Lo stesso Carretta raddoppia nella ripresa. Classica beffa da calcio di punizione, il giocatore lucano cerca una palla in mezzo che non toccata da nessuno finisce per insaccarsi alle spalle di un sorpreso Pisseri. Continua la risalita del Matera di Padalino.

PAGANESE 2 CASERTANA 2: 21′ De Angelis (C), 53′ Guerri, 87′ Matute (C), 89′ Caccavallo rig. – Non riesce ad allungare in classifica la Casertana, bloccata da una sempre viva Paganese. Apre De Angelis nel primo tempo bravo a sfruttare un bel lancio di Negro. Nella ripresa la reazione della squadra di Grassadonia. Il pari arriva con Guerri che ribadisce in rete dopo una conclusione di Caccavallo. Nel finale accade di tutto, prima Matute riporta in vantaggio la Casertana, ma pochi attimi dopo Caccavallo è bravo a conquistare e trasformare un calcio di rigore. Casertana campione d’inverno ma senza fuga.

CLASSIFICA

Casertana 34

Foggia 32

Cosenza 30

Lecce 30

Benevento 29 (-1)

Messina 25

Matera 25 (-2)

Fidelis Andria 23

Catanzaro 22

Juve Stabia 21

Monopoli 19

Catania 18 (-10)

Paganese 18 (-1)

Melfi 17

Akragas 16

Ischia 14 (-4)

Martina Franca 11 (-1)

Lupa Castelli Romani 6 (-1)

12388219_10208191209647512_747492530_n

PROSSIMO TURNO (16-17 gennaio)

Akragas-Matera (sabato ore 14)

Lupa Castelli Romani-Ischia (sabato ore 14)

Messina-Benevento (sabato ore 17.30)

Foggia-Paganese (sabato ore 20.30)

Juve Stabia-Melfi (sabato ore 20.30)

Catania-Monopoli (domenica ore 15)

Fidelis Andria-Lecce (domenica ore 15)

Casertana-Catanzaro (domenica ore 17.30)

Martina Franca-Cosenza (domenica ore 17.30)

CLASSIFICA MARCATORI

Iemmello (Foggia) 10

Calil (Catania) 9

De Angelis (Casertana) 7

Baclet (Martina Franca) 6

Gambino (Monopoli) 6

Croce (Monopoli) 6

Razzitti (Catanzaro) 6

Sarno (Foggia) 6

Caccavallo (Paganese) 6

Herrera (Melfi) 5

* foto evidenza ©PeppeSaya

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi