Fondi-Catanzaro, la sfida delle sentenze. Catania, playoff possibili

di

Pubblicato il 6 maggio 2017 in Punto C

Trentottesimo e ultimo turno della stagione regolare del Girone C della Lega Pro: zona playout tutta da decidere col Catanzaro che vincendo a Fondi risolverebbe i problemi del Messina che a Vibo Valentia gioca uno scontro diretto delicatissimo. Stesso scenario al Veneziani dove il Monopoli ospita l’Akragas in una sfida che vale la salvezza. Tre squadre per due posti invece nella zona playoff: detto del Fondi che gioca uno spareggio dagli obiettivi opposti col Catanzaro, restano in corsa anche Catania e Fidelis Andria.

CASERTANA – CATANIA

Stadio Alberto Pinto, domenica ore 17.30

Arbitro Giua di Olbia

CASERTANA (4-3-3) Ginestra; Finizio, Lorenzini, Rainone, Diallo; Magnino, Giorno, Carriero; Ciotola, Corado, Orlando. All. Esposito-Tudisco

CATANIA (4-3-3) Pisseri; Baldanzeddu, Drausio, Marchese, Djordjevic; Bucolo, Scoppa, Mazzarani; Di Grazia, Pozzebon, Russotto. All. Pulvirenti

DECISIVA – Serve un punto ai padroni di casa per l’aritmetica certezza di un posto nei prossimi playoff. Risultato che potrebbe non bastare invece al Catania, gli etnei con una vittoria conquisterebbero l’obiettivo spareggi nonostante un’annata complicata. Nella Casertana dopo l’esonero clamoroso di Tedesco squadra affidata alla coppia Esposito-Tudisco, per loro pesanti le assenze di Ramos e Rajcic. Nel Catania mister Pulvirenti ha l’infermeria piena, da gestire la condizione di Baldanzeddu e Drausio.

COSENZA – FOGGIA

Stadio San Vito-Marulla, domenica ore 17.30

Arbitro Marini di Trieste

COSENZA (4-3-3) Saracco; Corsi, Blondett, Pinna, D’Orazio; Calamai, Capece, Caccetta; Statella, Mendicino, Cavallaro. All. De Angelis

FOGGIA (4-3-3) Sanchez; Angelo, Martinelli, Coletti, Rubin; Agnelli, Agazzi, Vacca; Sarno, Mazzeo, Di Piazza. All. Stroppa

ULTIMA – Finisce l’era nella terza serie per il Foggia guidato dalla famiglia Sannella. Al San Vito-Marulla si gioca quella che i tifosi rossoneri sperano possa essere l’ultima partita in Lega Pro della propria squadra. Cosenza che è ormai certo del posto nei playoff ma che aspetta di capire in quale posizione e contro quale avversario affrontarli. Fuori Perina, in dubbio Tedeschi e Mungo. Possibile turnover nel Foggia.

FONDI – CATANZARO 

Stadio Domenico Purificato, domenica ore 17.30

Arbitro Sozza di Seregno

FONDI (4-3-3) Baiocco; Galasso, Signorini, Marino, Squillace; Varone, De Martino, D’Angelo; Giannone, Gambino, Calderini. All. Pochesci

CATANZARO (4-4-2) Svedkauskas; Pasqualoni, Prestia, Sirri, Sabato; Esposito, Van Ransbeeck, Maita, Zanini; Gomez, Giovinco. All. Erra

RIFLETTORI – Il campo centrale dell’ultimo turno stagionale: laziali alla ricerca dei punti utili per restare agganciati ad una zona playoff che lì ha visti protagonisti dall’inizio del campionato. Catanzaro con gli occhi puntati addosso: una vittoria potrebbe ancora regalare la salvezza diretta, sicuramente darebbe quella certa al Messina che sul campo della Vibonese avrà un orecchio attento verso Fondi. Per i calabresi una vittoria servirebbe, comunque, per un piazzamento ottimale nella griglia playout.

JUVE STABIA – TARANTO

Stadio Romeo Menti, domenica ore 17.30

Arbitro Guarnieri di Empoli

JUVE STABIA (4-3-3) Bacci; Santacroce, Camigliano, Allievi, Giron; Mastalli, Esposito, Salvi; Manari, Paponi, Rosafio. All. Carboni

TARANTO (4-3-3) De Toni; Boccadamo, Magri, Russo, Pambianchi; Nigro, Lo Sicco, Paolucci; Emmausso, Magnaghi, Potenza. All. Ciullo

FINE – Si chiude il disastroso campionato del Taranto che torna in Serie D dopo appena una stagione. Sul campo della Juve Stabia si gioca una sfida senza stimoli di classifica, anche se i campani dovessero vincere e superare il Matera non cambierebbe nulla in grigia playoff dato il piazzamento raggiunto dagli uomini di Auteri attraverso la Coppa Italia.

LECCE – FIDELIS ANDRIA

Stadio Via del Mare, domenica ore 17.30

Arbitro Camplone di Pescara

LECCE (4-3-3) Perucchini; Ciancio, Cosenza, Giosa, Lepore; Mancosu, Arrigoni, Ferreira; Pacilli, Caturano, Torromino. All. Rizzo

FIDELIS ANDRIA (3-5-2) Cilli; Aya, Allegrini, Rada; Tartaglia, Onescu, Piccinni, Curcio, Tito; Cianci, Croce. All. Favarin

CALCOLI – Una vittoria per andare ai playoff. Ecco cosa serve all’Andria per conquistare l’obiettivo, non solo però dato che potrebbe bastare un pareggio se il Catania non dovesse battere la Casertana o il Fondi perdere col Catanzaro. Lecce già con la testa agli spareggi, ultima in stagione regolare al Via del Mare prima dei playoff.

MELFI – MATERA

Stadio Arturo Valerio, domenica ore 17.30

Arbitro Di Gioia di Nola

MELFI (4-3-3) Gragnaniello; Grea, Laezza, Romeo, Lodesani; Marano, Obeng, Esposito; Gammone, Foggia, De Vena. All. Diana

MATERA (3-4-3) D’Egidio; Mattera, De Franco, Ingrosso; Casoli, Armellino, Salandria, Armeno; Sartore, Negro, Lanini. All. Auteri

DERBY – Sfida tutta lucana quella del Valerio dove giocano due formazioni senza stimoli di classifica: padroni di casa già condannati al penultimo posto e in attesa di conoscere l’avversario ai prossimi playout. Matera che al massimo vorrà difendere il posto sul podio della regular season.

MONOPOLI – AKRAGAS 

Stadio Vito Simone Veneziani, domenica ore 17.30

Arbitro Viotti di Tivoli

MONOPOLI (4-3-3) Furlan; Carissoni, Esposito, Bacchetti, Mercadante; Ricucci, Nicolini, Sounas; Genchi, Montini, Pinto. All. Zanin

AKRAGAS (3-4-1-2) Pane; Mileto, Riggio, Thiago Cazé; Coppola, Bramati, Rotulo, Sepe; Longo; Cocuzza, Salvemini. All. Di Napoli

DESTINO – Clamoroso incrocio quello del Veneziani dove ogni risultato potrebbe regalare un diverso scenario. Padroni di casa che non devono perdere per essere certi della salvezza, basta anche un pari ai ragazzi di Zanin. Per l’Akragas finale con calcolatrice in mano, condizione essenziale è la vittoria. Per Di Napoli assente pesanti quelle di Klaric e Palmiero.

REGGINA – PAGANESE

Stadio Oreste Granillo, domenica ore 17.30

Arbitro De Santis di Lecce

REGGINA (3-5-2) Sala; De Vito, Gianola, Kosnic; Cane, Bangu, Botta, De Francesco, Porcino; Coralli, Bianchimano. All. Zeman

PAGANESE (4-3-3) Gomis; Picone, Mansi, Carillo, Alcibiade; Tagliavacche, Parlati, Carrotta; Zerbo, Reginaldo, Maiorano. All. Grassadonia

FESTA – Una vera e propria passerella quella del Granillo dove i padroni di casa festeggiano la salvezza conquistata con un turno di anticipo. Ampio turnover per Grassadonia che inizia a preparare la sua Paganese per i prossimi playoff.

SIRACUSA – VIRTUS FRANCAVILLA

Stadio Nicola De Simone, domenica ore 17.30

Arbitro Schirru di Nichelino

SIRACUSA (4-2-3-1) Santurro; Diakité, Turati, Cossentino, Malerba; Spinelli, Palermo; Azzi, Catania, Valente; Scardina. All. Sottil

V. FRANCAVILLA (3-5-2) Albertazzi; Pino, Biason, Abruzzese; Albertini, Prezioso, Galdean, Alessandro, Pastore; Nzola, Abate. All. Calabro

SFIDA – Vuol difendere la miglior posizione in griglia il Siracusa di Sottil che ospita una Virtus Francavilla voglioso di scrollarsi di dosso un ultimo periodo non fortunato in termini di risultati. Aretusei senza lo squalificato Brumat, per il resto non ci sono problemi per il tecnico dei siciliani. Sono tanti invece i dubbi di Calabro.

VIBONESE – MESSINA

Stadio Luigi Razza, domenica ore 17.30

Arbitro Annaloro di Collegno

Approfondimento nell’articolo di presentazione in uscita sul nostro sito. Messina che ritrova Rea, nella Vibonese squalificato Legras.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi