Gelbison-Messina, incontro al vertice

di

Pubblicato il 27 Marzo 2021 in Primo Piano

Avanti il prossimo. Terzo scontro diretto consecutivo per il Messina di Raffaele Novelli. Al Morra di Vallo della Lucania la sfida con la squadra rivelazione del torneo: quella Gelbison che già all’andata fece tremare i giallorossi.

CANCELLARE E RIPARTIRE – Non c’è sorpresa, nel sentire le parole di ammonimento all’ambiente del tecnico campano, nel venerdì che precede la gara. Partenza anticipata per il Messina, sintomo che la partita è di quelle da preparare senza lasciare nulla al caso, anche così si vincono i campionati. Altro ingrediente necessario: la concentrazione. Novelli spazza via il successo sul Football Club, conferma che il primo avversario del Messina sia il Messina stesso e attribuisce lo stesso peso a ogni sfida. Cancellare e ripartire, allora, diventa il mantra con cui i giallorossi si approcciano al match di Vallo della Lucania. Di fronte un avversario sorprendente, anche se proprio Novelli – dopo il pari in rimonta dell’andata – aveva avvisato tutti: “La Gelbison è una squadra forte”, poche e semplici parole per chiarire – all’epoca – come questo campionato avesse insidie da non sottovalutare. I campani non possono più essere presi sottogamba da nessuno: 9 vittorie nelle 13 partite del 2021, con 3 pareggi e la sconfitta con il Rotonda a completare il quadro che ha portato Uliano e compagni a 3 punti dalla vetta. Gelbison con poco da perdere e tanto da guadagnare, tanto che una vittoria significherebbe primato in classifica. Inaspettato, anche se la rosa a disposizione di Ferazzoli presenta qualità di alto livello. Il Messina arriva alla gara col morale a mille, forte della capacità di aver vinto con facce diverse sfide dalle difficoltà crescenti: quella del dominio di Acireale, quella sofferta con il Football Club. Primo posto meritato, ma la possibilità di perderlo domenica fa capire quanto difficile sia il torneo, nonostante il grande cammino dei giallorossi.

UN SOLO ASSENTE – Lo ricorda proprio Novelli come la gara di andata servì a Ferazzoli per comprendere la vera strada utile per i suoi. Difesa a 3 ben coperta, centrocampo dinamico e solido con un attacco agile che ama dare pochi riferimenti. Gelbison squadra vera, animata dalla forza di una rosa formata da calciatori di ottima esperienza come l’ex Bruno, il centrocampista Uliano e gli attaccanti Mesina, Gagliardi e Sparacello. Lo stretto campo – sintetico – del Morra aiuta i campani a mettere in difficoltà gli avversari, il Messina ci arriva conscio e preparato, anche, dalla somiglianza con quello di Santa Teresa diventato quartier generale. Novelli deve rinunciare al solo Arcidiacono – distorsione alla caviglia dopo lo scontro con Marchetti -, per il resto tutti disponibili e possibilità di pescare liberamente. Poche sorprese, però, perché il match non ammette esperimenti. L’unico dubbio resta quello tra Addessi e Bollino, col secondo che scalpita. In avanti ci sarà Cretella, con Vacca e Cristiani a sorreggere Aliperta in mediana. Il Messina classico, altro ingrediente che ha portato i giallorossi in vetta: la continuità. Una formazione titolare è sintomo di idee chiare, quelle di Novelli necessitano di ripetitività. Anche per questo, forse, un calciatore come Acquadro non ha strappato neanche una panchina fin qui. Sull’argomento, il tecnico, spiega: “Sta crescendo, imparando cosa vogliamo anche dal punto di vista difensivo”. Nulla lasciato al caso, tutto secondo un metodo preciso, quello che vale il primo posto.

GELBISON (3-5-2) D’Agostino; Romano, Bonfini, Mautone; De Foglio, Pipolo, Uliano, Maiorano, Onda; Sparacello, Gagliardi. All. Ferazzoli.

MESSINA (4-3-3) Caruso; Cascione, Lomasto, Sabatino, Giofrè; Cristiani, Aliperta, Vacca; Bollino, Foggia, Cretella. All. Novelli.

*fonte foto: Acr Messina – ph. Furrer

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi