Il Messina prima soffre, poi dilaga: steso il Roccella

di

Pubblicato il 1 Aprile 2021 in Primo Piano

Primo tempo bruttissimo del Messina di Novelli, subito sotto per il gol di Samake. Poi la lenta reazione, il pari di Addessi e una ripresa travolgente con Cretella, Bollino e Foggia a trascinare i giallorossi verso la cinquina.

ANDAMENTO LENTO – Non c’è il tempo di leggere le due formazioni che il Roccella fa correre un brivido a Caruso e compagni: azione in solitaria di Falzetta, giallorossi che restano a guardare, destro secco e pallone che sfiora il palo. Brivido archiviato, attenzione che si sposta sulle scelte di Novelli: trio pesante con Addessi che trasloca a sinistra e Bollino che rientra dal primo minuto, il sacrificato è Vacca con Cretella che torna in mediana. Primo squillo giallorosso con il solito Addessi – ben servito da Cretella -, il suo sinistro viene deviato con i piedi da Commisso. L’atteggiamento del Messina è molle, quello del Roccella vivace e la sorpresa arriva: corner per i calabresi, pallone che resta in area senza che nessuno lo spazzi via, Samake controlla e calcia senza lasciare scampo a Caruso. Clamoroso vantaggio del Roccella, capolista palesemente intontita in questo inizio di match. La reazione del Messina è affidata a Bollino: prima in acrobazia colpisce debolmente, più pericoloso un bel sinistro al volo che, però, finisce alto sopra la traversa. Novelli muove le pedine e passa al 4-2-3-1 con Bollino alle spalle di Foggia e Cretella a sinistra, subito uno squillo con Cascione che serve il numero 10, colpo di testa di poco a lato. Serve l’episodio al Messina, puntualmente arriva: punizione di Aliperta dalla sinistra, Roccella fermo e pallone che arriva sul secondo palo dove c’è Addessi, controllo e sinistro potente che buca Commisso e impatta. Messina che, ora, pressa forte e va vicino al vantaggio con Foggia: lancio in profondità di Bollino, controllo macchinoso e destro deviato da un difensore. Troppo lento Foggia nella circostanza. Primo dell’intervallo brutto infortunio per Giofrè – forse tradito dal terreno di gioco -, barella per lui e campo per Polichetti, all’esordio. L’ultima emozione tocca a Bollino: punizione dai venti metri, sinistro di poco impreciso. Squadre negli spogliatoi, Novelli dovrà farsi sentire.

DILAGANTE – Novelli cambia ancora: fuori Cascione dentro Mazzone, per motivi diversi sostituiti entrambi i laterali bassi. Partenza decisa dei giallorossi: Addessi affonda a destra, trovato Cretella sul secondo palo ma il suo destro è sbucciato con Commisso che devia. Pochi minuti e l’azione si ripete, cambia l’esito: azione sulla destra di Addessi, testa alta e cross sul secondo palo verso Cretella, colpo di testa deciso che beffa Commisso, indeciso nell’occasione. Vantaggio del Messina, sofferto ma che premia la pressione messa in atto dopo la mezz’ora del primo tempo. Roccella tramortito che crolla: Sarcone sbuccia un retropassaggio, Cretella irrompe e supera Commisso, porta vuota con Foggia che anticipa anche il compagno e insacca. Tris e partita chiusa. Diventa accademia, col Messina che straripa con Aliperta che scappa in azione solitaria – dopo uno scambio con Bollino -, tiro-cross che sembra deviato da un difensore, per l’arbitro il tocco è con la mano ed è rigore. Bollino dal dischetto, palla all’incrocio e poker servito. Non è contento il numero 10 e vuole stupire: azione prolungata, cross dalla sinistra verso Bollino che si coordina e in acrobazia sfiora il palo. Devastante la sua ripresa, nel ruolo di trequartista le cose migliori e sempre spettacolari. Sfiorata la cinquina, col Roccella che si salva e spera nel triplice fischio. La fine è ancora lontana, Bollino verticalizza per Foggia che scavalca Commisso con un pallonetto e fa 5-1. Non c’è più nulla da raccontare, vittoria schiacciante arrivata dopo un approccio pessimo e una ripresa cattiva e spettacolare.

MESSINA 5

ROCCELLA 1

MARCATORI Samake (R) all’8′, Addessi (M) al 30′ p.t.; Cretella (M) al 7′, Foggia (M) al 10′ e al 32′, Bollino (M) su rigore al 18′ s.t.

MESSINA (4-3-3) Caruso; Cascione (dal 1′ s.t. Mazzone), Lomasto (dal 33′ s.t. Boskovic), Sabatino, Giofrè (dal 37′ p.t. Polichetti); Cretella, Aliperta (dal 21′ s.t. Lavrendi), Cristiani; Bollino, Foggia, Addessi (dal 36′ s.t. Acquadro). (Lai, Vacca, Manfrellotti, Crisci). All. Novelli.

ROCCELLA (5-3-2) Commisso; Sarcone (dal 12′ s.t. Guerrisi), Liviera, Coluccio, Iacono, Malerba; Falzetta, Amato (dal 25′ s.t. Capellini), Suraci (dal 26′ s.t. Faraone); Pietanesi (dal 15′ s.t. Monza), Samake. (Planaj, De Leonardis, Cuzzilla, Votino). All. Galati.

ARBITRO Carsenzuola di Legnano

NOTE Partita a porte chiuse. Ammoniti Lomasto, Coluccio, Capellini. Corner 9-1. Recupero 2′ e 3′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi