Impresa Messina: Nardini piega la Juve Stabia

Impresa Messina: Nardini piega la Juve Stabia

di

Pubblicato il 28 gennaio 2017 in Primo Piano

Buon ultimo venne il campo. Il miglior alleato dopo tante sofferenze: in tempi di estrema crisi, la risposta la dà Lucarelli. Messina perfetto contro la Juve Stabia, motivato oltre ogni polemica. Nel pantano del San Filippo, Nardini coglie il jolly che regala i tre punti, valore aggiunto alle strepitose prestazioni di Berardi, Bruno, De Vito e Mancini. Oltre ogni aspettativa, contro un avversario proiettato verso alti e prestigiosi obiettivi: nonostante tutto, il Messina grida presente.

_MG_0871-2LO SCATTO – Le valige accantonate in attesa del 31 gennaio: Lucarelli propone la migliore formazione possibile, De Vito e Pozzebon sono regolarmente in campo. Unica novità il rombo a centrocampo con Mancini vertice alto; in attacco, Madonia supera in volata la concorrenza di Jacopo Ferri. Rivoluzione nell’undici titolare campano come omaggio alle recenti operazioni sul mercato: prima chance in campionato per Santacroce e Paponi, secondo gettone per Cutolo. Attento in retroguardia, propositivo in attacco: il Messina che non ti aspetti sovrasta i più competitivi stabiesi con una furia agonistica d’altri tempi. Mancini giganteggia a centrocampo in un perfetto lavoro di raccordo tra i reparti, Bruno sbarra la porta agli avversari. Due protagonisti tra i tanti meritevoli di menzione. Lo scatto lo compie il subentrato Nardini (infortunio per Capua) intorno alla mezz’ora, quando un pallone sporco su palla inattiva diventa il raccolto che segue la semina.

IL FORTINO – Lucarelli decide di puntare tutto sulla solidità difensiva: 5-4-1 dopo un breve passaggio al centrocampo a 3, in avanti Pozzebon a sgomitare contro l’intera retroguardia avversaria. La Juve Stabia prova a reinserirsi in partita, almeno sporadicamente: Berardi para due volte su Cutolo, Paponi e Ripa non pungono mai. Cinque minuti di recupero per la terza vittoria interna consecutiva: festa giallorossa sotto la curva.

MESSINA          1

JUVE STABIA   0

MARCATORE Nardini al 28′ p.t.

MESSINA (4-3-1-2) Berardi; Palumbo, Rea, Bruno, De Vito; Capua (dal 25′ p.t. Nardini), Musacci, Grifoni; Mancini (dal 34′ s.t. Saitta); Pozzebon, Madonia (dal 25′ s.t. Akrapovic). (Russo G., Benfatta, Mileto, Ricozzi, Bossa, Maniscalchi, Gaetano, Ferri). All. Lucarelli.

JUVE STABIA (4-3-3) Russo D.; Cancellotti, Santacroce, Morero, Camigliano (dal 18′ s.t. Marotta); Mastalli (dall’1′ s.t. Rosafio), Capodaglio, Izzillo; Cutolo, Paponi, Lisi (dal 31′ s.t. Ripa). (Bacci, Matute, Liotti, Salvi, Esposito). All. Fontana.

ARBITRO Maggioni di Lecco.

NOTE Spettatori 1000 circa. Ammoniti Rea, Mastalli, Cancellotti. Espulso il tecnico del Messina Lucarelli al 47′ p.t. Corner 1-8. Recupero 3′ e 5′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi