Lecce-Foggia, il pari non serve. Benevento, a Monopoli per scappare

di

Pubblicato il 19 febbraio 2016 in Punto C

Ventitreesimo turno del Girone C della Lega Pro che vede il derby di Puglia al centro dell’attenzione. Al Via del Mare si gioca sabato pomeriggio la sfida tra Lecce e Foggia, immediate inseguitrici della capolista Benevento. All’andata la squadra di De Zerbi schiantò i salentini con un rotondo 4-0 che costò la panchina ad Antonino Asta. Apre il weekend la gara di Matera dove i padroni di casa ospitano il chiacchierato Messina di Raffaele Di Napoli. Sabato sera al Pinto, invece, c’è l’interessantissima sfida tra Casertana e Cosenza. Chiude tutto, domenica pomeriggio, Monopoli-Benevento con la capolista che scenderà in campo conoscendo i risultati di tutte le dirette concorrenti.

MATERA-MESSINA (sabato ore 14): ulteriori approfondimenti nel pezzo di tattica in uscita sul nostro sito. Padroni di casa reduci dall’intenso impegno di lunedì a Foggia dove ha strappato un punto ma perso tre uomini per squalifica. Il Messina è protagonista più fuori dal campo per i sospetti legati al calcioscommesse che altro. Fuori Baccolo e Fornito squalificati, dubbio Martinelli.

LECCE-FOGGIA (sabato ore 17.30): salentini reduci dal brutto pareggio di Catania, la voglia è quella di vendicare l’umiliazione della gara di andata. In più c’è la vetta della classifica da attaccare in questo che si prospetta come un derby ad altissima tensione. De Zerbi non ha nascosto alcune difficoltà fisiche oltre che nervose dei suoi, contro il Matera il 4-2-3-1 proposto era stato anticipato dalla stampa facendo infuriare il tecnico. Un ritorno al 4-3-3 appare probabile. Fuori Di Chiara squalificato, a sinistra Agostinone si gioca una maglia con Bencivenga.

LECCE (3-4-1-2): Perucchini; Freddi, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Papini, Salvi, Legittimo; Surraco; Moscardelli, Doumbia All. Braglia

FOGGIA (4-3-3): Narciso; Angelo, Lanzaro, Gigliotti, Bencivenga; Agnelli, Vacca, Riverola; Sarno, Iemmello, Floriano All. De Zerbi

Grassadonia

PAGANESE-LUPA CASTELLI ROMANI (sabato ore 17.30): campani scombussolati dalle voci sulla presunta combine in Messina-Paganese di domenica scorsa, Grassadonia dovrà gestire le chiacchiere più che pensare al campo. Di fronte c’è il fanalino Lupa Castelli che in settimana ha salutato il dimissionario Di Franco affidandosi a mister Palazzi, già vice di Serse Cosmi.

PAGANESE (4-3-3): Marruocco; Dozy, Sirignano, Penna, Bocchetti; Guerri, Carcione, Deli; Caccavallo, Cunzi, Cicerelli All. Grassadonia

LUPA CASTELLI ROMANI (4-4-2): Caio Secco; Rosato, Aquaro, De Gol, Proietti; Maiorano, Djiby, Scicchitano, Morbidelli; Gurma, Rossetti All. Palazzi

Casertana

CASERTANA-COSENZA (sabato ore 20.30): le assurde voci di un Romaniello a rischio sono state archiviate, la Casertana adesso cerca di riprendere la corsa di testa dopo il rallentamento dell’ultimo periodo. Al Pinto arriva però l’ambizioso Cosenza di Roselli che per continuare a sognare deve trovare un colpaccio esterno.

CASERTANA (3-5-2): Gragnaniello; Potenza, Idda, Bonifazi; Mangiacasale, Matute, Agyei, Mancosu, Tito; De Angelis, Alfageme All. Romaniello

COSENZA (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, Pinna; Criaco, Arrigoni, Fiordilino, Statella; Arrighini, Cavallaro All. Roselli

JUVE STABIA-MARTINA FRANCA (sabato ore 20.30): campani che non riescono più a vincere da ormai sette turni. Al Menti arriva un Martina Franca quasi rassegnato ai playout ma in lotta per la migliore posizione possibile negli spareggi. Nella Juve Stabia squalificati Obodo e Cancellotti, nel Martina assente il bomber Baclet.

JUVE STABIA (4-4-2): Russo; Romeo, Navratil, Polak, Liotti; Lisi, Maiorano, Favasuli, Contessa; Del Sante, Nicastro All. Zavettieri

MARTINA FRANCA (4-4-2): Gabrieli; D’Alterio, Marchetti, Migliaccio, Antonazzo; Basso, Rajcic, Dianda, Schetter; Berardino, Taurino All. Cari

Rigoli

FIDELIS ANDRIA-AKRAGAS (domenica ore 14): entrambe le formazioni sono reduci da vittorie importanti che hanno ridato ossigeno alla classifica. Siciliani in striscia vincente da quattro gare, ovvero dall’arrivo di Pino Rigoli al posto di Legrottaglie. In Puglia si cerca la quinta impresa, ma la squadra di D’Angelo al Degli Ulivi ha costruito buona parte del proprio successo.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Poluzzi; Aya, Stendardo, Cortellini; Tartaglia, Onescu, Bisoli, Piccinni, Bangoura; Grandolfo, De Vena All. D’Angelo

AKRAGAS (4-3-3): Vono; Salandria, Muscat, Marino, Grea; Dyulgerov, Vicente, Zibert; Di Grazia, Di Piazza, Madonia All. Rigoli

Cocuzza Messina-Catania

CATANZARO-CATANIA (domenica ore 15): calabresi usciti indenni dal derby contro il Cosenza, senza lo squalificato Ricci ospitano un Catania reduce dai fischi del Massimino al termine del pareggio contro il Lecce. Pancaro sembra non rischiare più per problemi societari che per meriti, la classifica impone a guardarsi le spalle.

CATANZARO (4-4-2): Grandi; Bernardi, Moi, Orchi, Patti; Mancuso, Agnello, Maita, Squillace; Agodirin, Razzitti All. Erra

CATANIA (4-3-3): Liverani; Garufo, Bergamelli, Bastrini, Nunzella; Agazzi, Musacci, Di Cecco; Falcone, Calil, Lupoli All. Pancaro

MELFI-ISCHIA (domenica ore 15): sfida salvezza quella del Valerio tra due squadre ormai quasi rassegnate al playout. Come per il Martina vale il discorso del piazzamento migliore in griglia. Di Costanzo è maestro di pareggi, un punto in Lucania sarebbe oro puro. Melfi che ritrova Diakite dopo i due turni di squalifica.

MELFI (4-4-1-1): Santurro; Petricciuolo, Cason, Petta, Giron; Soumare, Maimone, Finazzi, Longo; Herrera; Diakite All. Ugolotti

ISCHIA (4-4-2): Iuliano; Florio, Filosa, Sirigu, Bruno; Pepe, Blasi, Spezzani, Armeno; Gomes, Di Vicino All. Di Costanzo

Benevento

MONOPOLI-BENEVENTO (domenica ore 17.30): capolista che scenderà in campo a Monopoli conoscendo i risultati delle altre in lotta promozione. Difficilmente questo sarà un fattore, dato che l’obbligo di vincere non dipenderà da quello che succederà a Lecce e Caserta. Monopoli in lotta per evitare i playout, con tanta voglia di frenare la corsa dei sanniti. Nel Benevento squalificati Mucciante e Melara.

MONOPOLI (3-5-2): Pisseri; Esposito, Tarantino, Bacchetti; Luciani, Viola, Djuric, Romano, Pinto; Croce, Gambino All. Tangorra

BENEVENTO (3-4-3): Gori; Mattera, Lucioni, Padella; Pezzi, De Falco, Del Pinto, Lopez; Ciciretti, Cissè, Mazzeo All. Auteri

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi