Lega Pro, Girone C: le decisioni del Giudice Sportivo

Pubblicato il 1 dicembre 2015 in Brevi

Le decisioni del Giudice Sportivo Daniele Propato dopo il tredicesimo turno del Girone C di Lega Pro.

AMMENDE

€ 3000 Foggia, perché propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore numerosi fumogeni e bengala e facevano esplodere alcuni petardi di notevole potenza di cui uno sul terreno di gioco e gli altri nel proprio settore, il tutto senza conseguenze; gli stessi lanciavano sul terreno di gioco alcune bottigliette d’acqua semipiene ed accendini, senza colpire, ed esponevano uno striscione offensivo e minaccioso verso l’opposta tifoseria (recidiva)

€ 1500 Casertana, perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e accendevano nel proprio settore alcuni fumogeni e facevano esplodere alcuni petardi uno dei quali danneggiava un sedile di plastica; gli stessi danneggiavano le strutture del settore a loro riservato (obbligo risarcimento danni, se richiesto)

SQUALIFICATI

Una giornata: Salvatore Aloi (Akragas), Alessandro Bernardi (Catanzaro), Alessandro Camisa (Lecce) Mirko Esposito (Paganese) Fabio Lucioni (Benevento), Davide Moi (Catanzaro)

DIRIGENTI E ALLENATORI

Una giornata: Gianluca Grassadonia (Paganese)

Claudio Vino (dirigente Lecce), inibito a svolgere ogni attività in seno alla FIGC, a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società fino all’8 dicembre 2015

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi