Lega Pro, Girone C: le decisioni del Giudice Sportivo – 33^ turno

Pubblicato il 6 aprile 2017 in Brevi

Le decisioni del Giudice Sportivo Pasquale Marino dopo la trentatreesima giornata del campionato di Lega Pro.

AMMENDE

€ 2.500 Taranto, perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo di notevole potenza, senza conseguenze; i medesimi, durante la gara, intonavano cori offensivi verso le forze dell’ordine e l’istituzione calcistica.

€ 2.000 Siracusa, perché propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore un petardo che lanciavano nel settore occupato dai sostenitori avversari ove esplodeva, senza conseguenze.

€ 1.000 Catanzaro, perché propri sostenitori, durante la gara, lanciavano sul terreno di gioco una bottiglietta piena d’acqua, senza conseguenze.

€ 1.000 Lecce, perché propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore numerosi fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco, senza conseguenze.

€ 500 Paganese, perché durante il secondo tempo della gara venivano asportati dagli spogliatoi della terna arbitrale denari ed altri effetti personali (obbligo risarcimento danni, se richiesto).

SQUALIFICATI

Una giornata: Demiro Pozzebon (Catania), Filippo Tiscione (Fondi), Bruno Leonardo Vicente (Melfi), Emanuele Catania (Siracusa), Giovanni Giuffrida (Vibonese).

* foto tratta da Il Messaggero

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi