Lega Pro, Girone C: le decisioni del Giudice Sportivo

Pubblicato il 26 gennaio 2016 in Brevi

Le decisioni del Giudice Sportivo Pasquale Marino dopo il diciottesimo turno del Girone C della Lega Pro.

AMMENDE

€ 2.000 Cosenza, perché propri sostenitori introducevano e facevano esplodere due petardi, uno dei quali nel proprio settore e l’altro nel recinto di gioco, senza conseguenze.

€ 1.500 Lecce, perché propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore tre petardi, senza conseguenze.

€ 1.000 Messina, perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo di notevole potenza.

€ 1.000 Fidelis Andria, perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e accendevano nel proprio settore numerosi fumogeni due dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco, senza conseguenze.

€ 1.000 Ischia, per indebita presenza nel recinto di gioco di persona non autorizzata.

€ 750 Catania, perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze.

SQUALIFICATI

Due giornate: Alessandro Bernardi (Catanzaro), Roberto Floriano (Foggia)

Una giornata: Emanuele Allegra (Martina Franca), Carlo Pelagatti (Catania), Luca Tedeschi (Cosenza), Tommaso Squillace (Catanzaro), Alessandro De Vena (Fidelis Andria), Yaye Kanoute (Ischia), Matteo De Gol (Lupa Castelli Romani).

ALLENATORI

Due giornate: Giorgio Roselli (Cosenza).

 

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi