Messina-Akragas, Di Napoli: “Un punto guadagnato”

di

Pubblicato il 13 dicembre 2015 in Primo Piano

“L’elastico è stato tirato al massimo: in questo momento paghiamo inevitabilmente le numerose defezioni concentrate nei singoli reparti e troppe scelte obbligate per colmare eventuali buchi nella formazione”. Soddisfatto nonostante il pari interno contro una squadra in forte crisi, il tecnico del Messina Arturo Di Napoli prova a guardare con ottimismo al futuro valorizzando al massimo i pochi spunti offerti dalla sua squadra nella fredda serata del San Filippo: “Difficile giocare sempre in continua emergenza, oggi sono stato costretto ad adattare ancora una volta Martinelli come terzino e Zanini come interno di centrocampo. Dobbiamo andare avanti per arrivare alla sosta nella migliore condizione possibile: nel periodo natalizio sarà poi necessario immettere nuova benzina nel nostro motore prima di iniziare a valutare attentamente le varie situazioni di mercato”.

IL FUTURO – Ritrovata la via del gol grazie alla prodezza di Fornito su punizione, il Messina ha stentato anche con l’Akragas ad impostare con profitto la fase offensiva: “Ci manca una punta strutturata, un centravanti boa che faccia salire la squadra nei momenti di maggiore difficoltà. Solo Tavares si avvicina alla mia idea di punta centrale tra i giocatori attualmente in organico: con l’infortunio occorso oggi a Cocuzza andiamo incontro a nuove difficoltà, poiché Tavares è ancora lontano dalla migliore condizione fisica”.

GLI ALTRI – De Vito: “Ottima la nostra reazione dopo lo svantaggio; abbiamo affrontato una squadra dai buoni valori tecnici. In questo periodo siamo spesso puniti al primo episodio sfavorevole, forse in precedenza eravamo più fortunati. Andiamo a Caserta senza paura, il nostro obiettivo, comunque, resta la salvezza”. Tavares: “Un infortunio mi ha frenato nel mio momento migliore, spero di essermi messo definitivamente alle spalle i problemi di natura fisica. Ringrazio il tecnico per la grande abilità nell’inserirmi in gruppo e nel gestirmi nei novanta minuti”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi