Messina, applausi per tutti: Mileto raggiunge la Casertana

di

Pubblicato il 30 aprile 2016 in Primo Piano

Commiato positivo per Messina nell’ultima gara interna stagionale: pari in rimonta con la Casertana, applausi della curva per Tavares, esordio in Lega Pro per il giovane Longo.  Campani virtualmente ai playoff dopo il suicidio del Cosenza ad Andria: sorrisi per tutti in una gara giocata solo per onor di firma.

L’OBBLIGO – Rischia di rivelarsi stucchevole il mantra sulle motivazioni, poco altro si può aggiungere per descrivere e spiegare sfide prive di veri contenuti, obbligo di calendari, ricchezza solo per gli almanacchi. Il tecnico Di Napoli sorprende con Giorgione play basso in sostituzione dell’infortunato Baccolo: esperimento fantasioso quanto inutile poiché abbandonato dopo appena venti minuti. Dall’altra parte Romaniello costringe Alfageme a sacrificarsi sulla fascia, un piazzamento nei playoff vale sicuramente qualche chilometro in più a rincorrere gli avversari. Dopo quattro giri di lancette Mancosu rompe gli indugi svettando indisturbato sugli sviluppi di un corner battuto da Negro. La partita sembrerebbe già chiusa, con Negro e lo stesso Mancosu più volte vicini al raddoppio. Unico sussulto di parte giallorossa il colpo di testa da posizione ravvicinata di Burzigotti: l’ex Grosseto, a un metro dalla porta, consegna il pallone ai raccattapalle.

IL RISCATTO – L’unico demerito della Casertana risiede nella sufficienza dalla trequarti in avanti, il Messina ne approfitta tra l’apatia generale per raggiunge il pari con Mileto: il terzino di origine campana irrompe in area su un corner di Giorgione per firmare in mischia il suo primo gol tra i professionisti. La gara si accende per un paio di minuti, Tavares di testa realizza il gol del sorpasso poi annullato da Paolini su segnalazione del guardalinee. È l’ultima emozione, il pari non muta di una virgola i piani degli uomini di Romaniello nella rincorsa playoff.

MESSINA           1

CASERTANA     1

MARCATORI Mancosu (C) al 4′ p.t.; Mileto al 22′ s.t.

MESSINA (4-3-3) Addario; Mileto, Burzigotti (dal 1′ s.t. Barisic), Martinelli, De Vito;  Zanini, Giorgione, Fornito; Gustavo, Tavares (dal 40′ s.t. Salvemini), Cocuzza (dal 37′ s.t. Longo). (Di Stasio, Ge. Russo, Fusca, Longo, Scarbaci, Gi. Russo, Padulano, Bossa) All. Raffaele Di Napoli

CASERTANA (3-5-2) Gragnaniello; Idda, Potenza, Rainone; Alfageme (32′ s.t. Giannone), Matute (dal 12′ s.t. Marano), Agyei, Moncosu, Pezzella; Negro, De Angelis (dal 18′ s.t. Jefferson). (Signoriello, Bonifazi, Guglielmo, Finizio, Cesarano, Tito, Giannone) All. Nicola Romaniello

ARBITRO Paolini di Ascoli Piceno

NOTE Spettatori 1700 circa. Ammoniti Giorgione, Gustavo, Agyei (C), Idda (C). Corner 2-3. Recupero 0′ e 4′

*foto evidenza ©PeppeSaya

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi