Messina, asse centrale in costruzione

di

Pubblicato il 5 agosto 2017 in Primo Piano

Il 10 agosto il Messina conoscerà ufficialmente gli avversari della nuova stagione. Campionato di Serie D che trova una brusca frenata organizzativa dopo la bocciatura del Rende al ripescaggio in Serie C con conseguente ricorso. Tutto fermo in tema gironi e calendario, forse un bene per un Messina che cerca adesso di prendere forma. Dopo l’ufficialità del sovrannumero (anche se il caso Rende potrebbe portare il Girone I a 20 squadre), i giallorossi possono finalmente gettarsi nel calciomercato. Tante le trattative portate avanti in queste settimane da Sciotto e Venuto: ormai arcinote le strade che portano alle conferme di Rea e Maccarrone in difesa e al ritorno di Cocuzza in avanti. Forse non semplici sogni, anche se le offerte dalla Serie C non mancano per i tre calciatori.

SOSTANZA – Trattative in fase di felice conclusione, invece, quelle che porteranno in giallorosso tre profili di buona esperienza per il campionato di Serie D. Il primo nome è quello del difensore Pasquale Porcaro: il reggino classe ’88 lo scorso anno ha giocato e vinto il campionato con la maglia della Sicula Leonzio scendendo in campo 27 volte e siglando una rete. L’asse centrale continua con l’argentino Bruno Pezzella: argentino di Bahia Blanca, perno titolare del centrocampo di Lello Di Napoli nello scorso torneo di Lega Pro con la maglia dell’Akragas, 30 presenze coronate da una bellissima rete nel derby contro il Catania vinto per 2-1 all’Esseneto. Completa la colonna vertebrale del nuovo Messina l’attaccante ivoriano Ange Tresor Dezai: classe ’95, nelle ultime due stagioni al Siracusa guidato da Andrea Sottil. Vittoria del campionato di Serie D con 31 presenze e 11 reti, lo scorso anno invece i gettoni si sono fermati a 16 con 2 reti (Monopoli e Melfi). Tanti minuti per lui nella prima parte di stagione, da inizio dicembre il suo impiego cala considerevolmente anche a causa di alcuni infortuni di troppo. Domenica mattina raduno a Torrenova, primo allenamento nel pomeriggio a Rocca di Caprileone dove i tre arriveranno solo a metà della prossima settimana.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi