Messina, Baclet riflette mentre Tosto lavora sulle conferme

di

Pubblicato il 3 luglio 2016 in Primo Piano

Lavoro continuo in casa Messina, la vicenda giudiziaria di Pietro Gugliotta è stata assorbita al meglio dal cda giallorosso. Nel frattempo il direttore sportivo non ferma il suo incedere per la costruzione della rosa da affidare a Valerio Bertotto. Col ritiro che partirà alla fine della prossima settimana gli uomini a disposizione del tecnico ex Pistoiese sono ancora pochissimi. Accordo raggiunto con i giovani Ricozzi e Ciccone, due under per centrocampo e attacco utili per i contributi federali e buoni per le rotazioni. Con loro in arrivo anche Paramatti, difensore centrale classe ’95 lo scorso anno a Siena, pur giovane il figlio d’arte sembra un prospetto di maggior spessore e pronto per un ruolo da protagonista in categoria. Per il resto si continua trattare in entrata, e non solo perché il ds Tosto adesso vuol trattenere alcuni protagonisti della scorsa stagione.

BACLET E GLI ALTRI – Manca solo la firma sull’accordo che legherebbe Alain Baclet al Messina, prima però l’attaccante francese dovrà riflettere sui problemi logistici legati al trasferimento in Sicilia. Ormai radicato nel territorio leccese, l’ex Martina Franca preferirebbe una destinazione vicina al Salento per non sradicare figli e famiglia. Tosto lavora e insiste, i 13 gol dello scorso anno sono un bottino che il ds giallorosso vorrebbe portare in riva allo Stretto. Discorso diverso invece per quanto riguarda Pasini e Strasser. In un primo momento il loro arrivo a Messina sembrava scontato, in realtà la distanza sulle richieste contrattuali è ancora ampia. Se per Strasser i giallorossi preferirebbero un prestito secco, per Pasini c’è da limare domanda e offerta. Ad un passo, invece, l’accordo con Vassallo e Ferri elementi che rafforzerebbero la mediana. Sempre sull’asse Messina-Pistoia il ds Tosto ha fatto un sondaggio per il centrocampista Mungo e il portiere Iannarilli. Difficile al momento parlare di vere e proprie trattative, in più il Messina deve prima risolvere l’accordo con Alessandro Berardi per quanto riguarda la porta.

RITORNI E CONFERME – Nome caldo per il centrocampo quello di Manolo Pestrin, già a Messina negli anni della gestione Franza e perno del gioco della Salernitana. Condottiero della promozione in B e rincalzo di lusso nella scorsa stagione, ora il 38enne centrocampista potrebbe essere l’elemento di esperienza e duttilità buono per il gioco di Bertotto. Novità importanti sul fronte conferme: Luca Martinelli è ormai un giocatore del Foggia, manca solo l’annuncio e poi sarà a disposizione di Roberto De Zerbi. Discorso diverso per altri elementi della scorsa stagione, il ds Tosto in accordo con mister Bertotto sta cercando di ridiscutere gli accordi con Burzigotti, De Vito e Giorgione. Adesso la loro permanenza in riva allo Stretto è una possibilità da non scartare.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi