Messina Berretti, poker al Lecce. Bossa sugli scudi

Pubblicato il 20 dicembre 2015 in Primavera

Dopo quattro sconfitte consecutive la Berretti del Messina torna finalmente all’appuntamento con i tre punti: poker al “Celeste” per la squadra di mister Principato contro il Lecce guidato da Luperto. Di Bossa (doppietta), Fiumara e Saglimbeni le reti di un successo fondamentale per classifica e morale.

LA CRONACA – Una partita impostata sin dai primissimi minuti sui binari dell’agonismo per provare ad imprimere la svolta ad un campionato fin qui inferiore alle aspettative. Dopo un solo minuto dal fischio d’inizio Bossa segna la prima rete trasformando con freddezza un rigore procurato da Longo. L’adrenalina in campo è tanta, Alessandro Saglimbeni si fa trovare pronto e al 21’ segna un gol dal sapore speciale: non c’è regalo più bello di un gol nel giorno del proprio diciottesimo compleanno tra gli applausi di uno stadio in festa. Messina in vantaggio per 2-0 all’intervallo. Si torna in campo e, per un attimo, c’è l’impressione che nei ragazzi di Principato si sia affievolita la cattiveria che li aveva caratterizzati durante il primo tempo. Il secondo gol di Fabio Bossa al 35’ della ripresa (ancora su rigore) rompe definitivamente gli indugi e spazza via ogni perplessità. Il Lecce resta dunque vittima per lunghi tratti di troppe piccole disattenzioni provocate dal buon lavoro in fase difensiva dal Messina.  Siamo al 42’ quando Amilcare Fiumara trova la via del gol a porta vuota per il definitivo 4-0. Il Messina torna negli spogliatoi con tre punti e ambizioni rinnovate: la vittoria contro il Lecce permette ai peloritani, infatti, di scalare la classifica, lasciando ora il penultimo posto al Martina Franca.

Bossa-Giovanili-ACR-MessinaIL RIGORISTA – Due  reti su quattro portano la firma di Fabio Bossa, centrocampista classe ’98 dimostratosi infallibile dagli undici metri. “Siamo molto contenti poiché inseguivamo questa vittoria da troppo tempo. Con il Lecce abbiamo dimostrato di non meritare questa classifica”. Il giovane centrocampista esalta in conclusione la prova dell’intero gruppo contro il più quotato avversario: “Quando si mettono in campo lotta, corsa e spirito di sacrificio nessuna squadra può veramente metterti in difficoltà”.

MESSINA    4

LECCE         0

MARCATORI Bossa al 1’ (rig.), Saglimbeni al 21’ p.t.; Bossa al 35’ (rig.), Fiumara al 42’ s.t.

MESSINA La Ferrara, Sturniolo, Cuzzilla, Ardiri (20’ s.t. Molino), Orlando, Fiumara, Lia, Ardiri, Bossa, Penna, Longo, Saglimbeni (11’ s.t. Pepe). ( Raiti, Mendolia, Scaffidi, Scivolone, Molino, Salemi, Pepe, Celona, Carrisi) All. Principato.

LECCE Foscarini, Gianfreda, Pasenni, Mengoli, Turco, Bernardini, Capristo, Marti, Mosca, Maiolo, Rosafio. (Pentonze, Zappilli, Tommasi, Politano, Delle Donne, Marsico, Molfetta) All. Luperto

NOTE Ammonito Molino. Corner 1-7

MIGLIORE Bossa

(Alice Cucinotta)

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi