Messina Berretti, Sebastiano Longo e i cavalieri della Tavola Rotonda

Pubblicato il 16 dicembre 2015 in Primavera, Storie

Sebastiano Longo, figlio della Berretti Messina, ma adottato da mister Di Napoli in prima squadra. Classe ’98, originario di Barcellona Pozzo di Gotto, nonostante la giovane età e la breve carriera, Longo ha raggiunto un importante traguardo: la convocazione da parte di mister Daniele Arrigoni nella Nazionale Under 18 di Lega Pro, nel novembre dello scorso anno. Avventura condivisa con i compagni di squadra e di vita, Fabio Bossa e Amilcare Fiumara.

UN FIORE GIALLOROSSO – Il giovane messinese cresce sul campo sia tecnicamente che umanamente come un piccolo fiore in un terreno fertile. Attaccante esterno con la licenza di puntare la porta, la giocata tecnica non manca mai perché il calcio è anche spettacolo. Destro naturale con un mancino grezzo, per crescere il tempo non gli manca ed il lavoro non lo preoccupa.

UMILTÀ E SEMPLICITÀ – Tanti anni sui campi da gioco, la giovane età non inganni, sveglio e attento nel consigliare i compagni di squadra, con la voglia di andare avanti e di non mollare. In prima squadra qualche apparizione tra i convocati figlia delle tante assenze e delle capacità dimostrate con i pari grado. Il giovane Sebastiano Longo attende con ansia che Re Artù lo chiami a far parte dei “cavalieri della Tavola Rotonda”, una chance che vuol meritarsi continuando a lottare e crescere.

(Alice Cucinotta)

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi