Messina, Cocuzza: “Dobbiamo ritrovare fame e cattiveria”

di

Pubblicato il 25 novembre 2015 in Primo Piano

“Inutile parlare di crisi, dobbiamo sempre ricordarci da dove siamo partiti: il 13 agosto eravamo in serie D con tante nubi addensate sul nostro futuro, oggi siamo secondi in classifica in Lega Pro con appena due sconfitte al passivo”. Si avverte ancora un’estrema amarezza nelle parole dell’attaccante Salvatore Cocuzza a seguito della deludente sconfitta di Catanzaro. Poche battute per commentare la gara del “Ceravolo”, la testa è già rivolta alla sfida di domenica con la Juve Stabia: “Dobbiamo immediatamente ritrovare fame e convinzione, il Messina non può permettersi di scendere in campo senza la necessaria cattiveria agonistica. Fisiologico un calo atletico, ma non dobbiamo ricorrere ad alibi di questo genere. Le ultime prestazioni risentono chiaramente delle numerose assenze, la panchina lunga è sempre stato il nostro punto di forza per superare qualsiasi difficoltà”.

STERILITA’  – L’ultimo gol realizzato dal Messina porta proprio la firma dell’attaccante palermitano: una rete per chiudere i giochi nella trasferta di Melfi, poi nessun lampo nelle successive gare contro Catania e Catanzaro: “Non credo ci siano i presupposti per costruire un caso sulla nostra presunta sterilità offensiva. Negli ultimi turni abbiamo affrontato ad armi pari squadre ben organizzate tatticamente, per diversi fattori abbiamo però raccolto molto meno del dovuto”. Seconda punta classica, Cocuzza è stato trasformato dal tecnico Di Napoli nel perno centrale di un tridente offensivo: “Impegno e forza di volontà sono gli ingredienti necessari per interpretare qualsiasi ruolo: come centravanti sono soddisfatto a fasi alterne, è una posizione che ricopro per la prima volta in carriera in modo così assiduo. Sono a disposizione del tecnico per agire anche in un tandem d’attacco; in questi mesi ho provato ad DSC_0105apprendere i segreti del mestiere da un giocatore esperto come Diogo Tavares: con il suo rientro l’intera manovra offensiva potrà contare su un elemento di grande valore in grado di adattarsi senza problemi a nuove esigenze tattiche”.

JUVE STABIA – E’ già partito il conto alla rovescia per la gara con la Juve Stabia: “Ci aspetta una nuova battaglia contro una squadra che ha fin qui raccolto molto meno rispetto a quello che avrebbe meritato a causa di una lunga serie di infortuni. Con la giusta convinzione questo Messina può battere chiunque. Pubblico? Almeno la metà di quello presente contro il Catania”.

INFORTUNI – Un mese di stop per il difensore giallorosso Luigi Palumbo, infortunatosi al menisco laterale del ginocchio destro in una sessione di allenamento precedente alla sfida del “Ceravolo” di Catanzaro. L’ex Arzanese si sottoporrà sabato 28 novembre ad un intervento chirurgico presso la Clinica “Cristo Re”.

* foto evidenza ©PeppeSaya

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi