Messina, colpaccio ad Andria: adesso è primo posto

di

Pubblicato il 17 ottobre 2015 in Primo Piano

Penalty d’oro, il Messina sbanca il “Degli Ulivi” di Andria e vola altissimo. La firma è di Dario Barraco, primo gol stagionale a coronamento di una prestazione di sostanza. I giallorossi vincono grazie al coraggio e a un’ingenuità del rumeno Onescu, che alla mezz’ora controlla male in area un cross da destra di Giorgione e costringe Stendardo al fallo su Tavares. Rigore ed espulsione. Barraco spiazza Poluzzi e marchia a fuoco il suo nome sulla vittoria del Messina. Momento topico di un match fino a quel momento equilibrato, che però il Messina gioca da subito a viso aperto. Senza strafare, ma con l’ormai consueto equilibrio tattico e una lucidità complessiva che si rivela fondamentale ancora una volta.

fidelisandriamessina.pgLA RIPRESA – D’Angelo nella ripresa prova ad anestetizzare i problemi legati all’inferiorità numerica scalando Onescu sulla linea dei difensori e Strambelli in mediana. Un 4-3-2 che non produce gli effetti sperati. La reazione dei pugliesi, infatti, sfocia in qualche occasione che arriva però solo dai calci piazzati di Strambelli e Cortellini. Poca roba. Il Messina si accomoda sul vantaggio, ma tiene bene il campo, soprattutto in conseguenza degli avvicendamenti dalla panchina, con Di Napoli che dopo il cambio Cocuzza-Salvemini, opta per la copertura, buttando nella mischia Parisi e Fornito per Barraco e Tavares. Mosse che alzano l’asticella della solidità dalla cintola in giù. E che garantiscono al Messina di cogliere a piene mani per la prima volta in stagione lontano dal San Filippo.

F.ANDRIA 0

MESSINA  1

MARCATORE Barraco al 35’ p.t. (rig)

F.ANDRIA (4-3-1-2) Poluzzi; Tartaglia, Stendardo, Fissore (dal 18’ s.t. Bangoura), Cortellini; Onescu, Bisoli, Piccinni (dal 39’ s.t. Capellini); Strambelli; Morra (dal 26’ s.t. Kristo), Grandolfo. (Cilli, Aya, Ferrero, Vittiglio, Alhassan, Cianci, Matera, Paterna). All. D’Angelo.

MESSINA (4-3-3) Berardi; Frabotta, Burzigotti, Palumbo, De Vito; Giorgione, Baccolo, Zanini; Barraco (dal 31’ s.t. Parisi), Tavares (dal 40’ s.t. Fornito), Cocuzza (dal 17’ s.t. Salvemini). (Addario, Bramati, Barilaro, Russo, Fusca). All. Di Napoli.

ARBITRO Baroni di Firenze

NOTE Espulso Stendardo al 35’ p.t. Ammoniti Frabotta, Cocuzza, Palumbo. Corner 7-2. Spettatori 4mila circa

MIGLIORE: BARRACO

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi