Messina-Cosenza, Cocuzza: “Con questa maglia in qualsiasi categoria”

di

Pubblicato il 27 settembre 2015 in Primo Piano

“I due attaccanti sono i miei primi difensori: tutta la squadra deve lottare su ogni pallone, solo con la giusta mentalità e lo spirito di sacrificio si possono ottenere soddisfazioni come quella di oggi”. Arturo Di Napoli resta con i piedi ben piantati per terra nonostante l’incessante pioggia di complimenti: “I risultati sono sicuramente la giusta medicina per superare ogni difficoltà, gli attestati di stima devono essere indirizzati esclusivamente alla squadra. Non ho alcun merito sulla grande prova di Cocuzza, ammetto senza alcun problema che inizialmente non intendevo puntare su di lui per il ruolo di centravanti: la sua voglia di lottare sempre e comunque e le circostanze gli hanno permesso di ritagliarsi una giornata da grande protagonista; sono estremamente felice per lui. Qui ci sono giocatori che sputano sangue per il Messina dal 5 agosto, questa squadra è composta da uomini veri”.

12067757_10207755113065370_461732190_n

VITTORIA DOPPIA – Non ha mezze parole il direttore sportivo Christian Argurio per esaltare il successo dei giallorossi: “Si tratta di una vittoria che vale doppio per la forza dell’avversario affrontato, sono sicuro che i calabresi disputeranno un ottimo campionato. La squadra è stato costruita in dieci giorni, ci sono giocatori più in forma ed altri che lentamente stanno trovando la migliore condizione. Il tecnico è stato straordinario, non ha sbagliato nulla”.

LOTTATORI – Grande soddisfazione per Giorgione e Cocuzza, in gruppo sin dai primi giorni di preparazione. “Dedico la mia doppietta a mia moglie ed alla mia famiglia”, ha dichiarato l’attaccante palermitano, “mio cugino Giorgio Corona mi ha detto di pensare solamente a divertirmi, senza alcun spirito di rivalsa verso chi non ha voluto in passato la mia conferma a Messina. Sono stato fortunato in occasione del primo gol, ho spinto il pallone in rete praticamente con la pancia; sulla seconda marcatura i complimenti vanno tutti a Padulano, autore di un assist magnifico. Questa città mi ha dato tanto calcisticamente, avrei scelto Messina sempre e comunque al di là della categoria”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il centrocampista ex Savona: “Colmiamo ogni possibile difficoltà con lo spirito di sacrificio. Non sono il solo punto di riferimento all’interno dello spogliatoio, questa squadra è composta da ventidue leader”.

COSENZA – Nessun tesserato del club calabrese si è presentato in sala stampa per motivi di ordine pubblico. La Questura di Messina ha infatti voluto evitare la partenza da Messina dei silani in contemporanea con quella dei tifosi catanzaresi reduci dalla trasferta di Agrigento.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi