Messina, la diaspora della Berretti

Pubblicato il 30 settembre 2015 in Primavera

Una diaspora, o giù di lì. E’ quel che resta della Berretti dello scorso anno, un team che, a detta dello stesso responsabile del settore giovanile, Roberto Buttò, avrebbe davvero potuto raggiungere traguardi importanti e competere per le finali nazionali. Oggi le strade tra l’ex dirigente e il Messina si sono separate, così come con quelle di diversi giovani calciatori che hanno trovato nuova destinazione ( con la formula del prestito annuale). Scelta netta, quella della società, che ha deciso di ripartire da zero, affidando il vivaio giallorosso ad Angelo Alessandro. Ecco allora un focus su alcuni dei prospetti più interessanti.

Simone Scardino: il giovane portiere classe ’97, l’anno scorso diviso tra prima squadra (terzo portiere) e Berretti, oggi riparte dal Rocca di Capri Leone, in Eccellenza.

Simone D’Angelo: autentico jolly difensivo, può agire sia difensore centrale che da terzino destro. Classe ’97, da due settimane è approdato alla corte di mister Galati, al Roccella.

Francesco Sciotto: difensore centrale nato a Messina nel 1997, ha svolto l’intera preparazione estiva agli ordini di Arturo Di Napoli, salvo poi essere girato al Due Torri. Su di lui puntava forte Gianluca Grassadonia.

Anthony Scarbaci: a Gliaca di Piraino insieme a Sciotto, l’esterno offensivo classe ’97 dotato di dribbling, rapidità e senso del gol si è meritato diverse convocazioni in prima squadra, oltre ad aver svolto la preparazione sotto gli occhi del mister di Rozzano.

Berretti-Foggia3

Nino Bellamacina: centrocampista messinese classe ’97, con una presenza tra i professionisti in occasione della sfida contro il Savoia, quando sulla panchina del Messina sedeva Nello Di Costanzo. Ripartirà dallo Scordia, in serie D, dove ritroverà una recente gloria giallorossa. Un certo Giorgio Corona.

Damiano Lia: l’esterno offensivo classe ’97 approda al Ligorna in serie D.

Antonio Mosca: l’attaccante che ha spesso fatto coppia con Sciliberto sembra vicino all’accordo con il Marsala.

Giovanni Sciliberto: di lui sappiamo ormai praticamente tutto. Dagli sfracelli con la maglia Berretti all’esordio in prima squadra dedicato al padre scomparso nella tragica alluvione che sconvolse Giampilieri. Conteso da diversi club di D, alla fine ha scelto il Noto.

Fabio Bossa: dalla Berretti alla conferma in prima squadra, l’attaccante classe ’98 ha fatto breccia nel suo mister. Domenica, nel debutto del Messina al San Filippo, si è accomodato in panchina.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi