Messina-Melfi, Ugolotti: “Preoccupa la sterilità offensiva”

di

Pubblicato il 19 marzo 2016 in Primo Piano, Sala Stampa

Quattro punti sfumati nei minuti di recupero con Lecce e Martina Franca, una prova gagliarda in riva allo Stretto con una sconfitta maturata solo nelle battute finali. Inesperienza dei singoli e sterilità offensiva le motivazioni principali dell’attuale posizione di classifica di un Melfi comunque vivo: anche in presenza di una buona organizzazione tattica ed idee diverse dal solito calcio difensivista e rinunciatario, Ugolotti dovrà trovare nuove soluzioni per condurre in porto la corsa salvezza della sua squadra. “Il nostro cammino verso la permanenza si è complicato ulteriormente”, ha dichiarato il tecnico lucano, “abbiamo avuto le nostre occasioni, ma non siamo stati abbastanza cattivi per centrare il vantaggio: paghiamo ancora una volta le difficoltà sotto porta, come nel caso dell’occasione fallita da Masini nella ripresa. Abbiamo mostrato anche al San Filippo, comunque, la giusta personalità. Questo è un campionato particolare: siamo gli unici a schierare sempre 6-7 under in campo, gli altri relegano i giovani in panchina ed acquisiscono ugualmente i contributi. Il Catania? Non ho mai considerato gli etnei in lotta per la salvezza, tuttavia anche una squadra così esperta può incontrare enormi difficoltà in terza serie”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi