Messina, il ponte sullo Stretto: ufficiale l’ingresso del gruppo calabrese

Pubblicato il 30 gennaio 2017 in Primo Piano

Mesi di trattative con svariati soggetti coinvolti, accelerazioni all’apparenza decisive finite con brusche frenate e retromarce. Dalla cordata Barbera ad Angelo Massone passando per Franco Proto, infine il gruppo di imprenditori calabresi interessati ad entrare in maniera decisa nell’Acr Messina. Immediato il feeling tra il gruppo formato da Giuseppe Marcianò, Pasquale Gerace, Rocco Morabito più un quarto imprenditore ed i soci giallorossi. Una serie di incontri preliminari, fino alla consegna dei bilanci aggiornati. Domenica in trasferta per Pietro Gugliotta e Giovanni Di Bartolo, visita a Locri per incontrare la controparte e definire gli ultimi accordi. Primo passo verso l’appuntamento tra gli acquirenti e Natale Stracuzzi: il rendez-vous si svolge negli uffici dell’avvocato Alessio Robberto, legale della società, dove viene sancito l’accordo che porterà nelle mani del gruppo calabrese il 70% delle quote detenute da Natale Stracuzzi e Piero Oliveri. Non finisce, quindi, l’avventura in seno al Messina di Stracuzzi che manterrà il possesso del 11% (a Piero Oliveri il restante 7%) delle quote del club, vedendo però ridimensionarsi il suo ruolo all’interno del sodalizio giallorosso. Sarà Pasquale Gerace il nuovo presidente, Marcianò il suo vice. Venticinque mila euro il valore del passaggio di quote, cifra che verrà versata in due tranche. Nuovi soci già al lavoro: da informazioni in nostro possesso, infatti, sembrerebbe pronto un piano triennale per l’abbattimento del monte debitorio.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi