Messina spuntato, la Coppa Italia è già finita

di

Pubblicato il 18 Agosto 2019 in Primo Piano

Gambe pesanti e attacco inesistente. Il primo Messina di Michele Cazzarò stecca l’appuntamento con la Coppa Italia e viene eliminato dal Marina di Ragusa. Decide, nella ripresa, un rigore di Mistretta. Per i giallorossi evidenti i problemi di condizione e assenze nel reparto offensivo.

LE SCELTE – Mister Cazzarò deve fare i conti con l’assenza di Esposito e i pochi allenamenti di Siclari, in avanti l’unico disponibile è Suma che trova Crucitti in appoggio. Per il resto non ci sono sorprese: davanti ad Avella c’è Giordano a guidare la linea con Forte e Strumbo; sulle corsie Saverino e Fragapane strappano una maglia da titolare. Nel Marina di Ragusa mister Utro convive con qualche acciacco dei suoi, in attacco Maiorana è preferito a Di Bari.

DA FERMO – Sul campo neutro di Palazzolo sono i padroni di casa a suonare per primi: Mistretta salta Forte e cerca la conclusione di potenza, non c’è precisione e Avella non corre rischi. Il Messina prende campo ma punge solo su palla inattiva: prima Crucitti impegna Di Carlo con un sinistro preciso, poi Ott Vale tenta di destro ma senza inquadrare lo specchio della porta. Cazzarò perde Suma e l’attacco dei giallorossi perde ulteriormente peso, al suo posto c’è il giovanissimo Cafarella per una coppia con Crucitti che proverà a non dare riferimenti agli avversari. Le difficoltà offensive, però, sono evidenti e il Messina torna pericoloso ancora su azione d’angolo: Crucitti pennella in area, Giordano trova l’anticipo ma non la porta. Marina di Ragusa che pensa solo a contenere, prima della pausa ci prova Bonfiglio ma Avella non deve mai intervenire. Primo tempo senza grosse emozioni, troppo leggero in attacco il Messina di Cazzarò.

DISCHETTO – Come nel primo tempo parte meglio il Marina di Ragusa: Bonfiglio parte veloce sulla sinistra, palla per Maiorana che trova il muro di Forte prima e Avella poi, Messina che balla messo in difficoltà dallo strappo dell’esterno di Utro. Gambe imballate per i giallorossi che faticano a costruire, anche per l’assenza di riferimenti offensivi, e sono costretti a qualche fallo di troppo che costano il giallo a Giordano e Ott Vale. Occasioni, praticamente, inesistenti col Messina che pare sempre più stanco col passare del tempo, i carichi di lavoro si fanno sentire e l’atteggiamento di rimessa degli avversari non fa che peggiorare la prestazione dei giallorossi. Marina di Ragusa che resta compatto e pronto a colpire con la velocità dei suoi esterni offensivi, Messina che si distrae e l’errore arriva: Bonfiglio parte ancora con forza, Strumbo cerca l’intervento in scivolata ma tocca l’avversario e per il signor Gangi è calcio di rigore. Dal dischetto va Mistretta, spiazzato Avella e padroni di casa in vantaggio. Beffa per i giallorossi che pagano la leggerezza offensiva e una condizione in costruzione, bravo il Marina di Ragusa ad approfittare delle debolezze di un avversario comunque più forte. Cazzarò si gioca la carta Siclari per rendersi, finalmente, pericoloso; l’ex Andria subentra a Buono e prende il centro dell’attacco. Il Messina adesso si sbilancia e il Marina ci prova in contropiede, ci vuole un super Fragapane per fermare lo scatenato Bonfiglio ma è chiaro come i giallorossi fatichino a reggere i ritmi in questa fase della stagione. Non arriva la reazione sperata del Messina, che ci prova solo con Crucitti in pieno recupero: Forte sfonda a destra, palla dentro dove il numero dieci impatta con potenza ma Di Carlo devia in angolo. Il Marina di Ragusa regge e porta a casa il passaggio del turno. Eliminati i giallorossi che lo scorso anno erano stati finalisti, sconfitti, contro il Matelica.

M. di RAGUSA 1

MESSINA 0

MARCATORE Mistretta su calcio di rigore al 25′ s.t.

M. di RAGUSA (4-3-3) Di Carlo; Carnemolla, Mancuso, Giuliano, Belluardo; Mauro, Calivà, Iannizzotto; Mistretta (dal 46′ s.t. Velardi), Maiorana (dal 27′ s.t. Di Vincenzo), Bonfiglio (dal 40′ s.t. Di Bari). (Cilmi, Mangione, Cervillera, Oro, Gioia). All. Utro

MESSINA (3-5-1-1) Avella; Forte, Giordano, Strumbo; Saverino, Buono (dal 27′ s.t. Siclari), Sampietro, Ott Vale, Fragapane; Crucitti; Suma (dal 29′ p.t. Cafarella). (Pozzi, De Meio, Nardelli, Barbera, Orlando, Bonasera, Bossa). All. Cazzarò

ARBITRO Gangi di Enna

NOTE Ammoniti Mauro, Giordano, Ott Vale, Belluardo, Di Carlo. Corner 2-6. Recupero 2′ e 5′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi