Messina, tutti protagonisti. De Vito uomo copertina

di

Pubblicato il 12 ottobre 2015 in Primo Piano

L’ex attaccante tatticamente indisciplinato mette in riga tutti i tecnici più esperti e registra dopo sei gare di campionato la migliore difesa del girone C di Lega Pro. Arturo Di Napoli (voto 7,5) si dimostra ispiratore e artefice del clamoroso successo di un Messina mai domo: grinta, determinazione e coraggio permettono ai giallorossi di superare un avversario accreditato per la vittoria del campionato in una battaglia sportiva imprevedibile fino agli ultimi secondi di gioco. Superato il Matera nell’esame decisivo di un gruppo che trova al suo interno le risorse necessarie per sopperire a qualsiasi avversità: il Messina vola verso il vertice della classifica in un campionato ancora tutto da scrivere.

Berardi 7: regala serenità a tutta la retroguardia bloccando con sicurezza le insidiose conclusioni lucane.

Frabotta 6,5: moto perpetuo, recupera decine di palloni nella fasi più complesse della partita.

Burzigotti 6,5: svetta nel gioco aereo con estrema convinzione. Nessuna colpa sul gol di Iannini, frutto di una distrazione collettiva dell’intera retroguardia.

Palumbo 7: gara praticamente perfetta per il centrale giallorosso, impeccabile in marcatura e abile nel guidare con sicurezza l’intero pacchetto arretrato.

De Vito 7: il migliore in campo per convinzione, eleganza e ardore. Uomo copertina di un Messina che vola verso il vertice della classifica.

Giorgione 6,5: non spreca mai un pallone nei momenti di difficoltà. Riesce a coniugare agonismo e saggezza tattica senza andare mai in affanno.

Baccolo 5,5: rischia più volte di concludere anzitempo la propria partita a causa di un eccessivo nervosismo. Alla prima gara da titolare in giallorosso paga una condizione fisica ancora precaria. (dal 30’ s.t. Fornito sv)

IMG_9156Zanini 7: fondamentale in tutte le azioni di contropiede. Uno scatto da centometrista a due minuti dalla fine porta in dote al Messina il rigore della vittoria.

Gustavo 4: il cartellino rosso è la naturale conseguenza di una prova estremamente nervosa sin dai primi secondi di gioco.

Tavares 6,5: perfetta la scelta di tempo sul cross dalla sinistra di De Vito per il gol che vale il primo vantaggio giallorosso. Esegue con disciplina le indicazioni prescritte dal tecnico in merito alla fase difensiva. (dal 17’ s.t. Cocuzza 7: l’uomo del match, perfetto ad innescare Zanini nell’occasione decisiva e freddo nella conclusione dagli undici metri)

Barraco 6: tra i migliori nella prima mezz’ora prima di cambiare posizione a causa dell’espulsione di Gustavo. Solito fondamentale contributo sulla fascia sinistra. (dal 7’ s.t. Barilaro 6: lotta a tutto campo con grinta e determinazione)

* Foto di Peppe Saya

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi