Messina, vento di rivoluzione nel settore giovanile

Pubblicato il 22 giugno 2016 in Primavera

Buone nuove in vista della prossima stagione per il settore giovanile del Messina. Definito infatti il nuovo assetto tecnico della prima squadra composto da Valerio Bertotto e Vittorio Tosto, il futuro prossimo potrebbe rappresentare la tanto attesa svolta per il vivaio giallorosso, da sempre costretto a pagare lo scotto di spazi carenti e infrastrutture inadeguate, come documentato qualche mese fa dall’inchiesta esclusiva di Cornermessina. Dopo il tempo delle parole, quello venturo dovrebbe essere il tempo dei fatti. Il condizionale resta d’obbligo.

STAFF RIVOLUZIONATO – Vera e propria rivoluzione quella che investirà lo staff tecnico del settore giovanile. Se il responsabile Roberto Buttò sembra rappresentare un punto fermo del vivaio giallorosso, si avverte aria di cambiamento per le panchine di Berretti, Allievi e Giovanissimi, nella scorsa annata rispettivamente affidate con risultati dignitosi (specialmente se valutati nel difficile contesto nel quale il vivaio ha dovuto operare fino alla stagione appena conclusasi) a Salvatore Principato, Giuseppe Spada e Antonio Crisafulli. Per quanto concerne la guida tecnica della Berretti in particolar modo, salgono le quotazioni di Giuseppe Giordano (fino a questo momento secondo di Salvatore Principato), insidiato dallo stesso Giuseppe Spada che, nel recente passato, ha ottenuto risultati importanti proprio quando sedeva sulla panchina della Berretti. Non è escluso che la società possa attingere da risorse esterne all’Acr. Tra le intenzioni della proprietà anche quella di dar vita ad un campus per i “primi calci”, sulla scia dei più moderni club nel panorama nazionale.

UN ACCORDO IMPORTANTE – Estremamente positiva, qualora diventasse realtà, sarebbe la possibilità di sottoscrivere un accordo di grande rilievo con un’importante istituzione cittadina, fiore all’occhiello di Messina, che risolverebbe una volta per tutte l’annosa questione delle infrastrutture da dedicare agli allenamenti del settore giovanile, storicamente costretto a riversarsi sulla provincia durante la settimana, con comprensibile disagio dei tesserati e di tutto lo staff: campi e palestre adesso potrebbero essere reperibili in un centro d’eccellenza situato, finalmente, in città. Una piccola, grande, rivoluzione per una società che vuole continuare a crescere.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi