Salvezza Catania, playout per il Monopoli. Casertana ai playoff

di

Pubblicato il 7 maggio 2016 in Punto C

Trentaquattresimo e ultimo turno del Girone C della Lega Pro che regala gli ultimi verdetti stagionali. Catania salvo dopo la vittoria sulla Fidelis Andria e il pareggio del Monopoli sul campo del Matera. Pugliesi condannati agli spareggi contro l’Ischia. L’altro playout sarà Melfi-Martina Franca. In alto clamoroso finale tra Casertana e Lecce, con i salentini che salvano il terzo posto grazie alla rete di Carcione della Paganese che peggiora il ruolino della Casertana. Beffa per il Cosenza che strapazza l’Ischia ma rimane quinto. Foggia corsaro a Castellammare e probabilmente primo nella griglia playoff. È Pietro Iemmello il re dei cannonieri, la punta foggiana chiude la stagione regolare con 24 reti all’attivo. Si attendono i risultati dei Girone A e B per definire le sfide playoff.

RISULTATI E MARCATORI

Benevento esultanza

AKRAGAS 1 BENEVENTO 1: 40′ Zibert, 45′ Angiulli (B) – Sfida divertente quella dell’Esseneto dove si festeggia la salvezza dei padroni di casa e la promozione dei sanniti. Apre Zibert su punizione prima di essere ripreso dall’inserimento di Angiulli che chiude il primo tempo. Nella ripresa continua lo spettacolo, Lucioni coglie una traversa mentre Madonia imperversa senza fortuna.

Romaniello Casertana

CASERTANA 4 PAGANESE 2: 50′ Alfageme, 55′ Alfageme, 65′ Carcione (P), 69′ Jefferson, 74′ Giannone, 86′ rig. Carcione (P) – Primo tempo attendista e avaro di emozioni, nella ripresa la Casertana rinsalda la posizione nei confronti del Cosenza e prova ad attaccare la terza piazza del Lecce. I salentini dilagano contro la Lupa e sperano. Alfageme apre la gara, Carcione su punizione risponde alle due bellissime conclusioni dell’argentino ma, prima l’espulsione di Bocchetti poi l’uno-due firmato da Jefferson e Giannone chiudono la sfida e portano la squadra di Romaniello al terzo posto grazie alla differenza reti. Nel finale rigore per la Paganese per un fallo ingenuo di Gragnaniello sulla zanzara Cunzi, dal dischetto Carcione fa sognare Lecce.

CATANIA 2 FIDELIS ANDRIA 1: 22′ Bergamelli, 41′ Strambelli (F), 50′ Russotto – La firma di Andrea Russotto sulla salvezza del Catania. Gli etnei evitano l’inferno dei playout piegando al Massimino una buona Fidelis Andria. Apre Bergamelli in mischia, il Catania si difende ma Liverani dorme su un tiro da lontanissimo di Strambelli è l’incubo sembra realtà. Nella ripresa Russotto segna, il Catania è salvo nonostante dieci punti di penalizzazione e una doppia gestione tecnica discutibile.

CATANZARO 1 MELFI 0: 64′ Razzitti – Un gol di Razzitti regala al Catanzaro una salvezza che sembrava scontata qualche mese fa ma che era diventata un miraggio visto lo stato di forma delle ultime uscite. Melfi che non punge quasi mai, calabresi terrorizzati e gol che tarda ad arrivare. I 7500 del Ceravolo esplodono alla rete del bomber bresciano, Erra porta a casa una salvezza meritata.

Cosenza

COSENZA 6 ISCHIA 1: 8′ La Mantia, 31′ Caccetta, 41′ La Mantia, 54′ Arrighini, 55′ Arrighini, 58′ Cavallaro, 71′ Rubino (I) – Vittoria larghissima ma inutile per i calabresi che vedono sfumare i playoff vista la vittoria della Casertana. La squadra di Roselli passeggia sui resti dell’Ischia. La Mantia e Caccetta piazzano il primo tris, nella ripresa La Mantia diventa uomo assist e Arrighini segna due reti in due minuti. Cavallaro chiude il set prima del gol della bandiera di Rubino. Campani ai playout contro il Monopoli.

JUVE STABIA 1 FOGGIA 3: 6′ Iemmello, 29′ Chiricò, 32′ Iemmello, 69′ Diop (J) –  Vittoria schiacciante per la squadra di De Zerbi che al Menti chiude i conti già nel primo tempo con uno scatenato Iemmello, doppietta che gli vale lo scettro di capocannoniere con 24 reti, assistito da un ottimo Chiricò capace di firmare una rete e un assist. La Juve Stabia si vede solo nella ripresa con Diop. Pugliesi che chiudono al secondo posto e che aspettano le gare di domani per scoprire se saranno la migliore della griglia playoff.

Doumbia Lecce

LECCE 3 LUPA CASTELLI ROMANI 1: 32′ Caturano, 66′ Moscardelli, 71′ Doumbia, 83′ Rossetti (LU) – Tutto facile per il Lecce che con Caturano e Moscardelli stappa la partita, Doumbia triplica prima della rete della bandiera di Rossetti. La Casertana dilaga sulla Paganese ma Carcione accorcia su rigore nel finale, il Lecce è terzo per un soffio dopo aver sperato addirittura di vincere il campionato.

MARTINA FRANCA 2 MESSINA 2: 22′ Marchetti (MF), 47′ Gustavo, 79′ Barisic – (Messina, pareggio a Martina Franca e pass per la Coppa Italia)

MATERA 1 MONOPOLI 1: 22′ Gambino (Mo), 36′ Infantino – Traversa piena colpita prima del fischio finale. Pareggio beffa e playout per i pugliesi che a Matera erano pure passati in vantaggio col decimo gol stagionale di Gambino. Infantino impatta con un colpo di tacco volante, prima era stato Pisseri il protagonista parando un rigore proprio a Infantino. Sarà Monpoli-Ischia, spareggio salvezza alla portata dei pugliesi.

CLASSIFICA

BENEVENTO 70 (-1)

FOGGIA 65

LECCE 63

CASERTANA 63

Cosenza 60

Matera 53 (-2)

Fidelis Andria 45

Messina 45

Juve Stabia 42

Paganese 42 (-1)

Catanzaro 41

Akragas 40 (-5)

Catania 39 (-10)

MONOPOLI 39

MELFI 30

MARTINA FRANCA 23 (-1)

ISCHIA 21 (-4)

LUPA CASTELLI ROMANI 12 (-1)

CLASSIFICA MARCATORI

IEMMELLO (Foggia) 24

Caccavallo (Paganese) 14

Di Piazza (Akragas) 14

De Angelis (Casertana) 13

Infantino (Matera) 13

La Mantia (Cosenza) 13

Baclet (Martina Franca) 12

Calil (Catania) 11

Croce (Monopoli) 11

Gambino (Monopoli) 10

Nicastro (Juve Stabia) 10

Sarno (Foggia) 10

Tavares (Messina) 10

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi