Settore giovanile, torna Buttò. Stracuzzi: “Colpo di spugna necessario”

Pubblicato il 19 ottobre 2015 in Primavera

I risultati non rispecchiavano le aspettative della società. Si chiude così la breve avventura di Angelo Alessandro nelle vesti di responsabile del settore giovanile del Messina. Fatali, per lui, le sconfitte maturate durante lo scorso weekend nei match che hanno visto coinvolte le formazioni del vivaio giallorosso. La Berretti ha perso in casa al “Celeste” contro il Benevento per 0 a 3, nonostante la superiorità numerica dal 30’ del primo tempo. Non è andata meglio ai giovanissimi nazionali, sconfitti al “San Filippo” 4 a 2 dal Trapani. Risultati indigesti, che hanno indotto al cambio. Così, dopo una lunga riflessione che ha coinvolto i componenti del consiglio d’amministrazione, il club ha optato per una scelta drastica. Nel tardo pomeriggio di oggi, poi,  è stato ufficializzato il ritorno di Roberto Buttò alla guida del settore giovanile.

RISULTATI FATALI – Il presidente Stracuzzi, raggiunto telefonicamente a Bucarest, spiega i motivi che hanno indotto la società a maturare questa scelta: “Siamo andati incontro a dei risultati troppo penalizzanti, ed era necessario optare per una scelta drastica ma obbligata. Per noi il settore giovanile è troppo importante, anche perché i ragazzi rappresentano il nostro club in ogni campo in cui giocano. Il colpo di spugna, quindi, era necessario. Una scelta ponderata e a cui si è arrivati con la massima consapevolezza. Ringrazio Angelo Alessandro per il lavoro svolto, in una situazione peraltro non semplice, ma i recenti risultati non erano in linea con le nostre ambizioni”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi