Da Silva: "Il derby? Errore imperdonabile"

Da Silva: “Il derby? Errore imperdonabile”

di

Pubblicato il 16 marzo 2017 in Sala Stampa

Gladestony da Silva, centrocampista brasiliano arrivato in prestito dal Catania nel mercato di gennaio. Uno dei tre “pazzi” come mister Lucarelli ama definire lui, Valerio Anastasi e Giulio Sanseverino, calciatori che hanno sposato la causa del Messina in una situazione incredibile sul piano societario. La splendida rete contro il Catanzaro, poi quel doppio giallo nel derby, primo passo verso una sconfitta inspiegabile. “Ho cancellato dalla mente quanto accaduto contro il Catania. Devo farlo per poter andare avanti, era una partita sentita e quando hai troppa voglia di fare può succedere di andare oltre e sbagliare. Sono felice che il mister mi abbia dato nuovamente fiducia, ho bisogno di giocare per avere una condizione ottimale dopo tanti mesi passati in panchina”.

CUORE – Il pari di Caserta ha interrotto una clamorosa striscia negativa lontano dal Franco Scoglio, per il Messina è in arrivo un finale di stagione complicato e pieno zeppo di scontri diretti. “Siamo tornati a casa con un buon punto, dobbiamo proseguire su quanto fatto e non pensare più alla differenza tra casa e trasferta. Sarà decisiva la continuità, stiamo bene e se giochiamo con il cuore possiamo battere chiunque, a partire dal Taranto”. Sfida contro i pugliesi nella quale sarà assente per squalifica capitan Musacci, motivo che apre a nuove soluzioni in mezzo al campo. “In Brasile giocavo da trequartista, da quando sono in Italia ho spostato il mio raggio d’azione e imparato tanto dal punto di vista tattico. La cosa importante è poter agire in mezzo al campo, la posizione non fa differenza”.

SERENITÀ – Chiosa finale, obbligata, sul passaggio di mano da Stracuzzi a Franco Proto e sulla ritrovata normalità. “Quando sono arrivato la situazione era complicata. Ho vissuto pochissimo, anzi quasi per nulla, la gestione precedente. Quello che posso dire è che la società ci regala armonia e dobbiamo pensare solo a giocare senza preoccuparci di altro”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi