Tavares da urlo: il Messina piega il Melfi

di

Pubblicato il 19 marzo 2016 in Primo Piano

Il Messina sfata il tabù Melfi e conquista la terza vittoria consecutiva: dopo un primo tempo tatticamente bloccato, gli uomini guidati da Raffaele Di Napoli si rendono protagonisti di una ripresa veemente culminata con il missile da fuori area del portoghese Tavares. Obiettivo salvezza raggiunto in attesa del derby di giovedì al “Massimino”.

LA NOIA – La grande noia si abbatte impetuosa sul San Filippo: nessun sussulto o emozione, il primo tempo è una stucchevole esibizione di abilità tattica da parte di Raffaele Di Napoli e Guido Ugolotti senza margini per lo spettacolo. Rare le occasioni: un pretenzioso colpo di tacco e una traversa scheggiata per Filippo Scardina, un tiro sballato di Masini per i lucani. Da sottolineare gli infortuni occorsi a Zanini e al rientrante Bramati (taglio profondo alla gamba), quest’ultimo subentrato alla mezz’ora proprio all’ex cosentino.

CAMBIO DI MARCIA – Il Messina rientra in campo con il 4-4-2 ed i risultati sono immediati: Tavares sfiora il gol a tu per tu con Santurro, Gustavo incontra tra sé e il gol i guantoni dell’estremo ospite da posizione più che invitante. In mezzo un miracolo di Berardi in uscita bassa su Masini. Insistere si rivela la miglior arma dei giallorossi: a dieci dal termine Tavares trova l’eurogol risolutivo con un bolide dal limite dell’area che scavalca l’estremo ospite. Un acuto che consegna al Messina la terza vittoria consecutiva con vista playoff, distanti appena sei lunghezze al triplice fischio di Candeo.

MESSINA    1

MELFI         0

MARCATORE Tavares al 35′ s.t.

MESSINA (4-3-3) Berardi; Ionut, Martinelli, De Vito, Ge. Russo (dal 22′ s.t. Padulano); Zanini (dal 33′ p.t. Bramati, dal 46′ p.t. Barilaro), Baccolo, Fornito; Gustavo, Scardina, Tavares. (Addario, Mileto, Fusca, Gi. Russo, Biondo, Masocco, Lia) All. Raffaele Di Napoli

MELFI (4-3-3) Santurro; Annoni (dal 22′ s.t. Petricciuolo), Petta, Cason, Giron; Maimone, Giacomarro, Finazzi (dal 16′ s.t. Canotto); Soumarè, Masini (dal 26′ s.t. Ingretolli), Longo. (Gagliardini, Silvestri, Colella, Demontis, Boscolo). All. Guido Ugolotti

ARBITRO Candeo di Este

NOTE Spettatori 1700 circa. Corner 6-3. Recupero 3′ e 3′

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi