Zampata Yeboah, show Rosafio: il Messina stende l’Isola Capo Rizzuto

di

Pubblicato il 17 dicembre 2017 in Primo Piano

Yeboah la sblocca, Rosafio la chiude. La prima rete in maglia giallorossa dell’attaccante ghanese serve al Messina per aprire le danze contro fanalino di coda Isola Capo Rizzuto. Strana prestazione della squadra di Modica apparsa troppo imprecisa e poco cattiva, che trova solo nel finale con la doppietta di Rosafio la giusta distanza con gli avversari. Seconda vittoria consecutiva dopo quella di Paceco, sosta invernale serena per la squadra di Modica che adesso potrà lavorare sul suo nuovo gruppo in vista della ripresa nel 2018.

ZAMPATA – Il mercato rivoluziona le scelte del tecnico Modica: Lia torna in mezzo al campo con Polito e Cozzolino sugli esterni difensivi. Bocciato Cocuzza che si accomoda in panchina, nel tridente offensivo c’è Ragosta con Yeboah e Rosafio. Esordio sulla panchina dei calabresi per mister Pisano che sceglie un trio veloce e tecnico alle spalle dell’unica punta Ennin. Giallorossi che devono fare la partita: è sempre Lia il più pericoloso della squadra di Modica, buona anche la volontà di Yeboah che pecca però di imprecisione. Isola Capo Rizzuto pericolosa solo dalla distanza con Pellizzi, con Rinaldi che sembrava esserci. Messina che fatica a creare e gioco e rischia tantissimo quando Lia appoggia corto verso Rinaldi: Ennin irrompe e vola giù. Per il signor Bianchini è simulazione e i ragazzi di Modica tirano un sospiro di sollievo. Gioco che viene rallentato dal terreno appesantito dalla pioggia, Messina che vede ancora Lia protagonista della manovra offensiva: un suo destro si ferma solo sul corpo di Magliano, sulla respinta Yeboah scarica un destro che si infrange sulla traversa. Partita che scorre senza sussulti, giallorossi che cercano il momento giusto per colpire un avversario ben coperto. La svolta la scrive il tridente offensivo: Rosafio taglia da destra, servizio per Ragosta che calcia di prima sulla respinta di Pullano arriva Yeboah che da pochi passi non può sbagliare. Primo tempo che si chiude col meritato vantaggio della squadra di Modica.

GRAN FINALE – Non arriva ad inizio ripresa la reazione della squadra calabrese, è anzi il Messina a trovare il raddoppio ancora Yeboah. Tutto annullato però, fuorigioco dell’attaccante ghanese sulla prima conclusione di Lavrendi respinta da Pullano. Messina che non tradisce la propria identità, difesa sempre alta e gioco verticale nonostante il risicato vantaggio. Raddoppio ancora sfiorato, stavolta è Rosafio a creare trovando la risposta in due tempi del portiere avversario. Calabresi inesistenti, siciliani che dominano ma non riescono a trovare la strada della porta difesa da Pullano. Lavrendi si divora il raddoppio strozzando un destro dai dieci metri, sul ribaltamento di fronte trema la retroguardia di Modica non aiutata dall’uscita fuori tempo di un indeciso Rinaldi. Ancora una rete annullata ferma il Messina: Yeboah verticalizza per Ragosta che davanti alla porta non sbaglia, tutto fermo per il fuorigioco segnalato dall’assistente. Girandola di cambi per Modica che spera in Cocuzza per la rete della tranquillità, anche se è un fuorigioco dubbio a salvare il Messina dal pari avversario. Stessa sorte, terza volta, proprio per Cocuzza che si vede fermare ancora dall’assistente su una bella imbeccata di Rosafio. Il numero 7 giallorosso è sempre il più vivo e il raddoppio porta la sua, giusta, firma: pallone in verticale da sinistra, controllo dell’esterno e sinistro piazzato che chiude la contesa. Pochi attimi e arriva il tris: Mascari vola verso Pullano che lo anticipa, pallone che finisce sui piedi di Rosafio che con un pallonetto dalla distanza non sbaglia a porta ormai sguarnita. La festa può avere inizio, partita senza storia al San Filippo.

MESSINA                            3

ISOLA CAPO RIZZUTO  0

MARCATORI Yeboah al 37′ p.t.; Rosafio al 44′ e al 46′ s.t.

MESSINA (4-3-3) Rinaldi; Polito (dal 32′ s.t. Bossa), Bruno F. (dal 39′ s.t. Manetta), Cassaro, Cozzolino; Lia, Migliorini, Lavrendi (dal 45′ s.t. Bettini); Rosafio, Yeboah (dal 32′ s.t. Mascari), Ragosta (dal 36′ s.t. Cocuzza). (Meo, Bucca, Balsamà, Granado). All. Modica

ISOLA CAPO RIZZUTO (4-2-3-1) Pullano; Bruno A., Assisi, Magliano, Scuteri; Caterisano C. (dal 27′ s.t. Nebbioso), Cristiano; Pellizzi, Berlingeri, Calabretta (dal 16′ s.t. Colacchio); Ennin (dal 45′ s.t. Policastrese). (Caterisano S., Iorfida, Basile, Liperoti, Bruno T., Policastrese). All. Pisano

ARBITRO Bianchini di Perugia

NOTE Spettatori 200. Ammoniti Ennin, Migliorini, Bossa. Corner 3-5. Recupero 1′ e 5′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi