Caso Federbet, Stracuzzi minaccia di ritirare la squadra dal campionato

di

Pubblicato il 14 febbraio 2016 in Primo Piano

Il Messina torna nell’occhio del ciclone dopo le anomalie riscontrate dalla Federbet sulle eccessive giocate sul segno X (con 2 all’intervallo) per la gara interna con la Paganese: la terza volta in poco più di un mese, i precedenti con Casertana e Benevento. In sala stampa arriva il numero uno giallorosso Natale Stracuzzi, l’aria è tesa: “Siamo stanchi di ricevere continuamente accuse di questo tipo, il Messina è una società limpida e volta continuamente ad esaltare i valori di questo sport. Queste voci turbano sistematicamente la serenità del gruppo, è arrivata il momento di rispondere con decisione ad un attacco perpetrato già da diverse settimane: di questo passo valuteremo il ritiro della squadra dal campionato”.

ARBITRI – “Messina e Paganese sono due squadre molto simili”, ha proseguito il presidente Stacuzzi, “il pareggio è un risultato probabile, non vedo dove sia lo scandalo. Chiedo l’esclusione del Messina dalle quote settimanali, stiamo subendo pressioni mediatiche e psicologiche oramai da diverso tempo. Altro discorso è quello relativo agli arbitraggi: dopo gli errori di Lecce e Caserta, a Cosenza abbiamo subito un’espulsione decisiva dopo sette minuti, oggi annotiamo un rigore netto non concesso nel primo tempo; siamo stati presi di mira, probabilmente il Messina dà fastidio a qualcuno”.

IL CAMPIONATO – Più sei sulla zona calda, il pareggio con la Paganese nuovo mattone per raggiungere l’obiettivo della salvezza: “A dodici gare dal termine del campionato abbiamo appena 4 punti in meno rispetto al totale della scorsa stagione. Questa società è riuscita a creare un progetto importante dalle macerie, il Messina merita il rispetto di tutti”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi