Mercato Messina: a un passo un difensore, Madonia sogna il giallorosso

di

Pubblicato il 12 agosto 2016 in Primo Piano

Sullo sfondo i movimenti si fanno sempre più intensi. Il Messina è un puzzle in via di definizione: i prossimi quindici giorni risulteranno cruciali sui due fronti, i più caldi. Quello societario, intanto, con i possibili sviluppi di una trattativa con un imprenditore laziale – un costruttore edile, come anticipato stamani dalle pagine regionali della Gazzetta dello Sport – il cui ingresso ridefinirebbe gli equilibri al vertice. La dichiarazione d’intenti su cui hanno apposto la firma, mercoledì sera, gli attuali proprietari del club è solo un primo passo all’interno di un percorso più complicato di quanto possa apparire. Negli ultimi giorni si lavora incessantemente per trovare la quadratura e avvicinarsi al closing, che si tradurrebbe in una massiccia rimodulazione delle quote, con l’Antares che arriverebbe al 40% dopo aver inglobato al suo interno la percentuale (il 30% dell’88 detenuto allo stato attuale) ceduta da Stracuzzi e Oliveri all’imprenditore laziale, a fronte di un esborso di 250/300 mila euro. Sarebbe il primo passo di una probabile scalata verso l’acquisizione della maggioranza delle quote. Scenario possibile, ma che non si concretizzerà necessariamente. O perlomeno, non a stretto giro.

ESPERIENZA IN DIFESA – La questione è fortemente connessa con il fronte su cui c’è maggiore attesa: il mercato. Dopo Ferragosto per Tosto, al netto del budget risicato a disposizione, inizierà un tour de force alla fine del quale dovrà riuscire a soddisfare le richieste di Bertotto, senza però sconfinare dal perimetro finanziario imposto dai vertici. In sintesi bisognerà innestare 4-5 over che abbiano ingaggi alla portata del Messina. Le piste più calde, al momento, sono due. Per la difesa è ben avviata la trattativa con il difensore centrale rumeno Ionut Rada. Trentaquattro anni appena compiuti, il vizietto del gol mai perso, e un curriculum importante: 191 presenze nella Liga 1 rumena, 25 in Serie B (maturate nella scorsa stagione alla sua prima esperienza italiana, con la maglia del Bari), 17 in Champions League, 26 tra Europa League e Coppa Uefa, 15 nella seconda serie tedesca.

Il difensore Ionut Rada con la maglia del Bari

Il difensore Ionut Rada con la maglia del Bari

Il suo arrivo, però, risolverebbe solo parzialmente gli evidenti problemi di un reparto, quello arretrato, che allo stato attuale necessita anche di almeno un esterno basso capace di esprimersi a certi livelli in entrambe le fasi, così come previsto dalla filosofia di Bertotto, che pretende un forte coinvolgimento dei terzini in fase di costruzione della manovra.

L’ATTACCO  Spostandoci sulla prima linea il parco attaccanti sembra dare al momento maggiori garanzie, anche se bisognerà pesare la consistenza di Brunori Sandri, designato vice-Pozzebon. Di certo arriverà almeno un altra punta esterna, anche perché pare che Ciccone nelle ultime ore si sia infortunato e potrebbe restare in infermeria almeno per un paio di settimane. Negli ultimi giorni si sono intensificati i contatti con Maurizio Casilli, procuratore del 33enne Giuseppe Madonia. La base della trattativa è obiettivamente allettante: il calciatore, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe disposto a dimezzarsi l’ingaggio percepito lo scorso anno ad Agrigento pur di indossare la biancoscudata. Una cifra molto vicina al minimo sindacale per un calciatore dotato di indiscutibili mezzi tecnici, esploso nel girone di ritorno dopo l’avvento sulla panchina dell’Akragas di Pino Rigoli. Gol a parte, Madonia ha nel key pass (l’ultimo tocco prima del tiro in porta di un compagno) una delle sue armi più importanti. Sulla conclusione dell’affare non ci sono certezze, perché il calciatore potrebbe non rientrare nei piani di Bertotto. Al netto dei dubbi del tecnico, domani potrebbe essere la giornata decisiva per la definizione della trattativa.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi