Messina spuntato, il Taranto passa il turno

di

Pubblicato il 23 novembre 2016 in Primo Piano

La prima sconfitta della gestione Lucarelli corrisponde all’eliminazione del Messina dalla Coppa Italia di Lega Pro: vanto dei vertici societari, il percorso nella competizione nazionale aveva assunto via via i contorni di un incubo dorato. Lo stop arriva nel giorno di una delle migliori prestazioni esterne stagionali: fuori a testa alta, per quel che vale, i pensieri, da oggi, sono tutti rivolti allo scontro diretto di domenica con il Fondi.

LA CONDANNA – Una formazione sperimentale per valutare anche le possibili scelte di gennaio: Lucarelli offre un’occasione a Russo, Saitta, Ricozzi e Gaetano, fino ad oggi sempre relegati ai margini del progetto tecnico. Impossibile rinunciare, pur in forme inusuali, alla classe di Milinkovic e Madonia in avanti: l’obiettivo, nonostante il turnover, è il pass per i quarti di finale. Inizio veemente dei giallorossi, con il giovanissimo Pizzaleo (classe ’97) costretto agli straordinari da due fendenti degli attaccanti sopracitati: segno di un dominio incontrastato nella prima mezz’ora con i padroni di casa costretti ad un umile gioco di rimessa. Sembra il preludio ad un nuovo risultato positivo, quando Lo Sicco pesca con un preciso piazzato il jolly del vantaggio; vistosa, nell’occasione, l’indecisione di Russo, cui difettano nella respinta convinzione e senso della posizione. Il Messina prova la reazione con Madonia, troppo poco per pensare di riequilibrare immediatamente le sorti dell’incontro.

CAPOLINEA – Intenzioni e spirito restano i medesimi anche dopo l’intervallo, il pensiero della sfida con il Fondi non muta di una virgola i propositi di rimonta. Gli effetti, tuttavia, restano modesti: Milinkovic reclama un calcio di rigore, il subentrato Pozzebon spreca un facile tap-in. Ultima occasione per Ricozzi dopo una splendida progressione: palla sul fondo. L’errore di Russo si rivela dunque decisivo: Messina fuori dalla Coppa Italia di Lega Pro.

TARANTO    1

MESSINA     0

MARCATORE Lo Sicco al 38′ p.t.

TARANTO (3-4-3) Pizzaleo 6; Balzano 6, Russo V. 6, De Salve 5,5 (dal 17′ s.t. Cardea 6); Boccadamo A. 6, Sampietro 6, Lo Sicco 6,5, Langellotti 6; Viola 6, Magnaghi 5,5 (dal 27′ s.t. Ranieri 5,5), Potenza 6 (dal 43′ s.t. Giunta sv). (Maurantonio, Pambianchi, Bollino, Balistreri, Boccadamo S., Pirrone, Russo A., Turco, Di Coste). All. Prosperi 6.

MESSINA (4-3-3) Russo G. 4,5; Saitta 6, Mileto 6, Bruno 6,5 (dal 29′ s.t. Ferri 6), Marseglia 6; Capua 5,5 (dal 17′ s.t. Palumbo 6), Ricozzi 6, Akrapovic 5; Milinkovic 6,5, Gaetano 5 (dal 12′ s.t. Pozzebon 5,5), Madonia 6. (Berardi, De Vito, Bramati, Lazar, Ciccone C., Fusca). All. Lucarelli 6.

ARBITRO Marchetti di Ostia Lido

NOTE Spettatori 1000 circa. Ammoniti Boccadamo, De Salve. Corner 2-6. Recupero 0′ e 3′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi