Messina, tris e passaggio del turno contro l’Igea Virtus

di

Pubblicato il 2 settembre 2018 in Primo Piano

Risultato massimo col minimo sforzo. Il primo Messina di Pietro Infantino ha vita facile contro i giovani dell’Igea Virtus: primo tempo sbloccato dalla testata di Rabbeni, nella ripresa sale in cattedra il centravanti Gambino che chiude il match. Peccato per la rete subita nel finale, segno di un calo evidente dopo il tris, probabilmente fisiologico in questo momento della stagione. Passaggio del turno facile in una serata senza pubblico per problemi burocratici, tifosi comunque presenti sulla collinetta.

FIAMMATA – Mister Infantino conferma le voci della vigilia e per il suo primo Messina stagionale sceglie il fedele 3-4-3: tra i pali c’è Ragone in attesa del rientro dell’infortunato Meo, davanti lui a Cossentino regista con Ba e Porcaro ai lati. Centrocampo offensivo con Biondi e Cocimano sugli esterni, Bossa va in cabina di regia protetto da Traditi. In avanti Gambino boa con il giovanissimo Mancuso e Rabbeni ai fianchi. Nella giovanissima Igea Virtus di mister Mancuso c’è Le Piane al centro dell’attacco con Lancia e Gazzè a supporto. Succede pochissimo in una prima frazione in cui le uniche emozioni le regalano i tifosi sulla collinetta sovrastante il San Filippo: velo pietoso sui motivi delle porte chiuse per questo esordio del secondo Messina di Pietro Sciotto. Padroni di casa che fanno la partita, Igea che resta in balia senza riuscire a pungere. Messina che ci prova con Gambino in girata, bravo Cetrangolo a farsi trovare pronto. Sono le prove generali per il vantaggio: cross dalla destra di Biondi, anticipa tutti Rabbeni e giallorossi che sbloccano il match.

https://giphy.com/gifs/2vr5G8C9raMCn6XAPo (Gif del gol di Rabbeni)

GESTIONE – Ripresa che si apre con il raddoppio dei giallorossi: Traditi sfonda a destra, filtrante per Gambino che controlla e piazza un destro preciso battendo Cetrangolo. Primo cambio per Infantino che getta nella mischia Guehi al posto di Santi Mancuso, sostituzioni anche nell’Igea Virtus che gioca le carte Miuccio e Mastroieni. I ritmi si abbassano ulteriormente, Messina che controlla il doppio vantaggio contro un avversario che fatica a costruire qualcosa di credibile dal punto di vista offensivo. Gara che scorre via nella noia, il Messina trova il tris con Gambino che infila da pochi passi dopo un’azione personale di Biondi. Scossa dell’Igea Virtus che accorcia con Miuccio ben imbeccato da Santapaola. Proteste vibrati dei barcellonesi che si lamentano per un fallo di mano di Traditi sugli sviluppi di un corner, per il signor Milone è solo calcio d’angolo. Finisce la gara di Rabbeni che lascia spazio a Carini. Minuti finali senza scossoni, passaggio del turno facile per il Messina.

MESSINA          3

IGEA VIRTUS  1

MARCATORI Rabbeni (M) al 37′ p.t.; Gambino (M) al 3′ e al 27′, Miuccio (I) al 31′ s.t.

MESSINA (3-4-3) Ragone; Ba, Cossentino, Porcaro; Biondi (dal 28′ s.t. Sarcone), Traditi, Bossa (dal 41′ s.t. Barbera), Cocimano; San. Mancuso (dal 7′ s.t. Guehi), Gambino, Rabbeni (dal 38′ s.t. Carini). (Compagno, Lo Disco). All. Infantino

IGEA VIRTUS (4-3-3) Cetrangolo; Selvaggio, Allegra, Sal. Mancuso, Akrapovic; Franco (dal 13′ s.t. Miuccio), Grillo (dal 29′ s.t. Santapaola), Dodaro; Lancia (dal 13′ s.t. Mastroieni e dal 45′ s.t. Bucca), Le Piane (dal 42′ s.t. Dadone), Gazzè. (Bruno, Mirabile, Giambanco). All. Mancuso

ARBITRO Milone di Taurianova

NOTE Ammoniti Franco, Selvaggio, Ba, Dodaro, Allegra. Espulso Allegra al 43′ s.t. per doppia ammonizione. Corner 1-1. Recupero 1′ e 5′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi