Strepitoso Foggia, Iemmello e Sarno stendono il Cittadella

di

Pubblicato il 31 marzo 2016 in Brevi

Finale di andata della Coppa Italia di Lega Pro, allo Zaccheria si gioca la gara di andata tra il Foggia di Roberto De Zerbi, terza forza del Girone C, e il Cittadella capolista solitario del Girone A. Primo tempo dominato dai pugliesi che partono forte e schiacciano i veneti, incapaci per tutta la frazione di trovare le contromisure al gioco della formazione di De Zerbi. Il tecnico dei pugliesi sorprende tutti con una scelta tattica rivoluzionaria. Addio al classico 4-3-3 e spazio ad un 3-4-3 con Coletti schierato al centro della difesa come regista basso. Squadra imprevedibile e rapida, per i ragazzi di mister Venturato i problemi arrivano subito. Sono Iemmello e Sarno i mattatori del primo tempo, il bomber scuola Fiorentina firma una doppietta da attaccante di razza e serve anche l’assist per la rete di Sarno che apre le marcature. Splendida la finta con la quale il fantasista rossonero beffa difensore e portiere del Cittadella. Il vantaggio non accontenta il Foggia che spinge sull’acceleratore e passa grazie all’asse Angelo-Iemmello. Il brasiliano scappa a destra e pesca il compagno sul secondo palo. Venti minuti di dominio foggiano e non è ancora finita. Pochi attimi ed è tris: ancora Iemmello il protagonista, fuga sul filo del fuorigioco e grande freddezza davanti a Vaccarecci. Finisce una prima frazione con una sola squadra in campo, 3-0.

PORTIERE VOLANTE – Nella ripresa il Cittadella prova a tirare fuori la testa. Il gol che riapre la sfida arriva presto, bravo Coralli a battere Narciso con un colpo di testa su servizio di Sgrigna. Lo stesso Coralli sfiora il raddoppio ma senza successo, ed ecco che arriva il poker foggiano. Riverola spara dalla distanza, Vaccarecci risponde ma è Sarno il primo ad arrivare sulla respinta. Colpo di testa preciso e partita sul 4-1. Il Foggia non vuole più rischiare e prova a gestire la gara, la sua indole però non le impedisce di regalare un finale emozionante. Narciso esce inutilmente fuori area, fallo di mano e cartellino rosso. Severa la decisione del signor Perotti, il fallo è evidente ma involontario e non ferma una chiara occasione da rete. In più l’azione andava fermata per un precedente fallo di Gigliotti su Bonazzoli. De Zerbi ha appena effettuato la terza sostituzione, così in porta ci va il centrocampista Antonio Vacca. Subito decisivo il portiere improvvisato, punizione di Benedetti deviata in angolo. Il Cittadella vuol sfruttare la situazione e ci prova, prima è Coralli a peccare di imprecisione poi ancora Vacca sceglie bene il tempo di uscita sullo stesso Coralli. Finisce con un netto 4-1, appuntamento al Tombolato per la gara di ritorno il prossimo 14 aprile.

FOGGIA 4

CITTADELLA 1

MARCATORI Sarno al 13′ p.t. e al 26′ s.t., Iemmello al 20′ e al 24′ p.t., Coralli (C) al 5′ s.t.

FOGGIA (3-4-3) Narciso; Loiacono, Coletti, Gigliotti; Angelo, Vacca, Riverola (dal 39′ s.t. Chimico), Di Chiara; Sarno, Iemmello (dal 14′ s.t. Arcidiacono), Sainz-Maza (dal 23′ s.t. Gerbo). (Micale, De Gennaro, Agnelli, Quinto, Floriano, Lauriola) All. De Zerbi

CITTADELLA (4-3-1-2) Vaccarecci; Nava, Cappelletti, Varnier (dal 31′ s.t. Salvi), Amato (dal 1′ s.t. Benedetti); Minesso, Sgrigna, Paolucci; Bizzotto (dal 1′ s.t. Maniero); Coralli, Bonazzoli. (Alfonso, Iori, Schenetti, Fasolo) All. Venturato

ARBITRO Perotti di Legnano

NOTE – Ammoniti Sgrigna, Coralli, Cappelletti, Benedetti. Espulso Narciso.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi