Argurio: “Nessun dramma, abbiamo giocato alla pari contro una grande squadra”

Pubblicato il 1 novembre 2015 in Primo Piano

Qualche rammarico, ma in fondo, quella maturata allo “Zaccheria” di Foggia, è una sconfitta che non lascia particolari strascichi nell’ambiente giallorosso. Il direttore sportivo del Messina, Christian Argurio, guarda già avanti speranzoso. “Una sconfitta che ci può stare, su un campo difficile contro una squadra costruita per vincere il  campionato. Partita subito in salita – dice il d.s. ai microfoni di Corner Messina -, a causa di quel gol preso dopo pochissimi minuti che ha complicato le cose. Sono assolutamente contento per la reazione della squadra, che non si è mai disunita e ha continuato a giocare alla pari contro un avversario di assoluto valore.  Prestazione che mi soddisfa pienamente, perché se dopo aver preso un gol al terzo minuto riesci a non perdere la testa vuol dire che sei una squadra vera”.

CONDIZIONE – I giallorossi pagano ancora una serie di acciacchi, che hanno finito col condizionare la prestazione della squadra, in particolare in fase di proposizione: “Abbiamo avuto più di una chance – su tutte quella clamorosa capitata a Gustavo, ndr – per rimetterci in carreggiata”, dice il d.s. “Una partita che ci farà crescere da tutti i punti di vista. Purtroppo ancora paghiamo la condizione precaria di alcuni calciatori, come lo stesso Gustavo, che peraltro ha riaccusato il problema muscolare che lo aveva tenuto ai box nelle scorse settimane. Stesso discorso per Tavares, che siamo stati costretti a schierare nella ripresa”.

RIPARTIRE – La sconfitta odierna costa al Messina la perdita in blocco di una serie di primati. Quello in classifica, intanto, e poi gli altri due, legati all’imbattibilità mantenuta per 8 turni e a una difesa che, fino ad oggi, era quella meno perforata del girone. “Per otto partite siamo rimasti imbattuti, oggi perdiamo questo primato in una sfida contro una squadra che ha tutte le carte in regola per vincere il campionato senza passare per la lotteria dei playoff. Hanno un organico molto forte e competitivo. Occupare per una settimana il primo posto – ammette Argurio – è stato bello, ma dare troppo peso alla classifica quando ti trovi ancora alla nona giornata non credo abbia molto senso. Oggi siamo terzi, e ci siamo comunque ritagliati uno spazio importante tra quelle squadre che stanno facendo meglio in questo inizio di torneo. Dobbiamo ripartire subito, già contro il Melfi dovremo cercare di incasellare più punti possibili”.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi