Berretti, il Messina chiude col botto: tris alla Reggina

Pubblicato il 16 aprile 2017 in Primavera

Il Messina non molla la presa e mette la parola fine a questa stagione con una vittoria di prestigio. Un successo che racchiude in sé tante componenti, tanti aspetti positivi. E se poi arriva in trasferta, è chiaro, nel derby con la Reggina, forse vale anche doppio. Ancora una volta gara di grande sacrificio per i ragazzi di mister Greco, in quella che per molti potrebbe rappresentare proprio l’ultima apparizione con la casacca biancoscudata. Una squadra concentrata e caparbia fino all’ultimo istante, grintosa e capace di saper dimostrare grandi qualità di gruppo. Match a senso unico, con i peloritani avanti nella prima frazione e per buona parte della ripresa, quando poi, nel finale, arriva la sentenza definitiva.

NOVITA’ – Il Messina si presenta in Calabria con forze fresche e tanti giovani interessanti lanciati da mister Greco, a partire da Niosi, protagonista con gli Allievi Nazionali nei recenti incontri. Confermato Mulone dopo l’ottima prova offerta nel turno precedente col Siracusa, mentre tra i pali Sanavia lascia spazio a Rotella, altro profilo importante. Ospiti subito padroni del campo, in un incontro piacevole in cui entrambe le compagini provano a colpire e a sbloccare il punteggio. Gara che prosegue su ritmi sostenuti fino al 36′ quando i peloritani riescono a sbloccarla e ad indirizzarla a proprio favore. La formazione amaranto prova a reagire ma i tentativi non portano a nulla di concreto e si va a riposo con il Messina avanti.

GIOCHI CHIUSI – I secondi 45 minuti di gioco vedono la Reggina fare la partita per cercare il pareggio, con gli avversari però pronti ad arginare le iniziative avversarie e a controllare agevolmente. Il Messina offre una buona intensità e grande compattezza in mezzo al campo e nel reparto difensivo, riuscendo a rendere le cose ancor più complicate ai padroni di casa. Dopo i tentativi non concretizzatisi sul versante amaranto, i biancoscudati ne approfittano e colpiscono con Niosi nel finale. Sorpresi e incapaci ormai di rispondere alle offensive del Messina, i ragazzi di Vargas capitolano e in pieno recupero arriva la firma di Maniscalchi per il definitivo 0-3. Una vittoria che premia un gruppo unito con giovani di grandi prospettive, il cui futuro in riva allo stretto, così come quello di mister Greco, è ancora tutto da definire.

REGGINA     0

MESSINA     3

MARCATORI  Latella (aut.) al 36′ p.t.; Niosi al 37′, Maniscalchi al 46′ s.t.

REGGINA D’Aguì, Isabella, Iacono (Romeo dal 1′ s.t.), Latella, Arigò (Plutino dal 1′ s.t.), Colica (Franco dal 17′ s.t.), Longo, Amato, Labate, Lavecchia, Morabito.  (Puccinelli, Foti, Giaimo, Crupi, Valenzise).  All. Vargas.

MESSINA Rotella, Licata, Benfatta, Mulone, Selvaggio, Bartolotta, Balsamà (Lo Bartolo dal 30′ s.t.), Prestifilippo, Maniscalchi, Niosi (Cicala dal 38′ s.t.), Di Vincenzo (La Greca dal 17′ s.t.).  (Sanavia, Fatta, Gallina, Di Perna, Bossa, Crucitti, Marciante).  All. Greco.

ARBITRO Tassone di Turianova.

NOTE Ammoniti Iacono, Latella, Licata, Selvaggio. Angoli 10-2. Recupero 2′ e 4′.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi