Fc Messina, Arena non basta: l’Acireale rimonta e vince

di

Pubblicato il 17 Febbraio 2021 in Primo Piano

Non basta un tempo al Football Club Messina. Il vantaggio di Arena è solo un’illusione: ripresa di sofferenza, con la rimonta – episodica – di un Acireale che ha mostrato, comunque, più volontà della squadra di Criaco.

IL LAMPO – Francesco Lodi in cabina di regia: lui la grande novità in casa Football Club, il suo esordio arriva nella sfida al vertice contro l’Acireale. Precisione e lucidità, subito dimostrata nello schema dell’immediato vantaggio: gioco corto su Ricossa, lancio verticale per Arena, l’ex granata controlla di petto e apre il piattone, pallone chirurgico sul secondo palo e Mazzini battuto. Partenza sprint dei ragazzi di Criaco che – oltre a Lodi – sceglie Alessandro Marchetti al posto dell’acciaccato Agnelli. Nessuna novità, invece, tra i padroni di casa rispetto alla sconfitta di San Luca. La rete non stordisce gli acesi che reagiscono: azione prolungata sulla destra, cross in mezzo dove Rizzo si coordina in acrobazia e impegna Marone. Il portiere giallorosso è ancora protagonista, poco dopo, con una puntuale uscita di testa al limite dell’area. Football Club corto e ben coperto, a Carbonaro il compito di legare i reparti. Acireale nervoso e impreciso, il solo Rizzo mostra lucidità. Porte chiuse sulla carta, ma tribuna “autorità” rumorosa, ne risente il signor Duzel che si lascia affascinare dal tipico arbitraggio casalingo. Succede poco: Football Club chiuso con ordine, Acireale impreciso e con poche idee. Si contano solo falli e lanci lunghi, chiaro l’intento dei giallorossi di difendere il vantaggio e gestire le forze. Tempo che scorre via, intervallo col Football Club Messina in vantaggio.

RIMONTATI – Ripresa sulla falsariga del primo tempo, con l’Acireale che pecca ancora di nervosismo. Football Club alla ricerca del contropiede giusto, un po’ impreciso Lodi e ripartenze che non arrivano. Esordio duro per l’ex Triestina, chiaramente ancora non calato nella categoria ma con sprazzi di gran classe. Brutto Acireale, ci vuole la classe dei singoli e la giusta occasione: punizione laterale, sinistro arrotato e preciso di Rizzo, nulla da fare per Marone e partita in parità. Fioccano i gialli e tutti per i tanti diffidati in casa Football Club, la trasferta di San Luca diventa già in salita. Dove non arriva l’Acireale arriva la terna: Pozzebon cerca una rovesciata che finisce in un goffo arruffamento, pallone sul fondo ma per arbitro e assistente è corner. Sugli sviluppi il pallone finisce dalle parti di Buffa, colpo di testa da pochi passi e raddoppio servito. Criaco gioca subito la carta Bevis, fuori Alessandro Marchetti. Non si gioca più: solo falli, sceneggiate e parole. Acireale che allunga il brodo, Football Club che fatica e paga l’atteggiamento solo difensivo messo in pratica dopo lo 0-1. Pagana pesca Orlando e passa alla difesa a 5, giallorossi con poche idee e troppo precipitosi. Pericoli non pervenuti, solo qualche mischia e nulla più. Acireale che riparte con la forza di Mbaba, il suo sinistro è impreciso. Tempo che sfugge, palloni che spariscono – su suggerimento dall’alto – e Acireale che gestisce senza troppe sofferenze. Football Club che ha molto da rimproverarsi: atteggiamento troppo difensivo, campo lasciato a una squadra in chiara difficoltà e rientrata in partita grazie alla giocata di classe di Rizzo. C’è il tempo solo per il rosso a Domenico Marchetti che ferma De Felice lanciato a rete. Finisce così, vince l’Acireale. Il Football Club Messina può solo incolpare sé stesso.

ACIREALE 2

FC MESSINA 1

MARCATORI Arena (FCM) al 3’ p.t.; Rizzo (A) al 14’, Buffa (A) al 18’ s.t.

ACIREALE (4-2-3-1) Mazzini; Cannino (dal 10’ s.t. Mbaba), Silvestri, Viscomi, La Vardera; Buffa, Cozza (dal 40’ s.t. Ba); Souare (dal 26’ s.t. Orlando), Rizzo (dal 36’ s.t. Mauceri), Savanarola; Pozzebon (dal 45’ s.t. De Felice). (Ruggiero, Iania, Bongiovanni, Russo). All. Pagana.

FC MESSINA (4-3-3) Marone; Aita, Marchetti D., Fissore, Ricossa; Palma, Lodi, Marchetti A. (dal 23’ s.t. Bevis); Arena, Caballero, Carbonaro. (Monti, Da Silva, Giuffrida, Coria, Casella, Panebianco, Bianco, Garetto). All. Criaco (Rigoli indisponibile).

ARBITRO Duzel di Castelfranco Veneto

NOTE Partita a porte chiuse. Ammoniti Arena, Silvestri, Marchetti A., Rizzo, Aita, Carbonaro, Buffa. Espulso Marchetti D. al 49’ s.t per fallo in chiara occasione da rete. Corner 4-1. Recupero 0’ e 6’.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi