Messina d’acciaio, gli “Stregoni” non incantano

Pubblicato il 23 settembre 2015 in Primo Piano

Solido, equilibrato, inossidabile. Il Messina porta via un punto preziosissimo dal “Vigorito” di Benevento e chiude con due pareggi il tour de force in trasferta, costringendo ad un giusto 0 a 0 gli “Stregoni” campani, dopo aver impattato domenica scorsa a Monopoli, all’esordio in campionato. Ottime indicazioni anche dal match contro una delle corazzate del campionato, nel recupero della prima giornata.

NON SI PASSA – Davanti i biancoscudati non hanno fatto faville, ma al contempo dalla cintola in giù hanno gestito bene, senza concedersi sbavature di rilievo. Martinelli e Palumbo perfetti, bene anche sulle corsie basse.  Dove il tridente di Auteri – che oggi non era in panchina per via della squalifica – non ha trovato sbocchi. Soprattutto nel primo tempo, 45 minuti durante i quali l’unica nota di rilievo è il colpo di testa di Cisse che si spegne a lato. Nient’altro da segnalare. Anche perché il ritmo è continuamente spezzato da un numero sostanzioso di falli. Del calcio champagne di Auteri, nemmeno l’ombra.

ILLUSIONE – Almeno fino al rientro dagli spogliatoi, quando il Benevento inizia a spingere sull’acceleratore e cambia ritmo: due occasioni in tre minuti, prima col tiro  di Marano, che apre troppo il destro a incrociare; poi con Cisse, servito col pennello da Di Molfetta: tiro di prima intenzione che finisce sul palo esterno. Squilli che scuotono il Messina, che da quel momento ritrova ordine e compattezza, anche grazie agli avvicendamenti dalla panchina, con Di Napoli che cambia gli esterni di centrocampo, buttando nella nella mischia Russo e Barilaro. C’è giusto il tempo per l’ultimo acuto beneventano, con il destro di Mazzeo deviato sul palo da Berardi. Poi la partita si spegne con l’avvicinarsi del gong finale. Solo il tempo della baruffa che costa il rosso a Cisse e Berardi (fino a quel momento il migliore in campo).

TABELLINO

BENEVENTO 0

MESSINA        0

BENEVENTO (3-4-3) Piscitelli; Padella, Lucioni, Bonifazi; Troiani, Vitiello ( dal 32’ s.t. Cruciani), Marano, Bianco (dal 15’ s.t. Pezzi); Mazzeo, Cissè, Di Molfetta (dal 20’ Campagnacci). (Calvaruso, Mazzarani, Ciciretti,  Porcaro, Som, De Falco, Del Pinto). All. Cassia .

MESSINA (4–4-1-1) Berardi; Frabotta, Palumbo, Martinelli, De Vito; Biondo (dal 16’ s.t. Russo), Bramati (dall’11’ s.t. Barilaro), Giorgione, Fornito; Padulano (dal 29’ s.t. Tavares); Cocuzza. (Addario, Fusca,  Longo, Barraco). All. Di Napoli.

ARBITRO Mastrodonato di Molfetta.

ESPULSI Cisse e Berardi al 51’ s.t.

NOTE  Ammoniti Fornito, Frabotta, Marano, De Vito. Angoli 5-4. Recupero 4’ e 5’.

Commenta

navigationTop
>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi